Assurdo

Il paradosso dell’obbligo dei termoscanner: neppure l’Agenzia delle Entrate di Bergamo li trova

L'ente ha comunicato che terrà chiusi «fino a data da destinarsi» gli uffici dei Servizi di Pubblicità immobiliare «in attesa del completamento dell’organizzazione del servizio di rilevazione della temperatura corporea al personale»

Il paradosso dell’obbligo dei termoscanner: neppure l’Agenzia delle Entrate di Bergamo li trova
20 Maggio 2020 ore 13:40

Oltre alle attività commerciali, anche diversi uffici pubblici avrebbero dovuto riaprire lunedì 18 maggio. Il condizionale, però, è d’obbligo, visto che non tutti sono tornati alla loro regolare attività. L’Agenzia delle Entrate di Bergamo, per esempio, non ha aperto gli uffici dei Servizi di Pubblicità immobiliare (già Conservatoria dei Registri Immobiliari). Motivo? L’impossibilità di rispettare una delle norme previste dall’Ordinanza n. 546 del Presidente della Regione Lombardia del 13 maggio, cioè quella che impone la rilevazione della temperatura corporea al personale prima dell’accesso al luogo di lavoro.

La comunicazione dell’Agenzia delle Entrate di Bergamo

A quanto pare, all’Agenzia delle Entrate non sono riusciti a reperire i termoscanner di cui tutte le attività commerciali (o quasi) si sono dovute munire per misurare la temperatura corporea dei propri dipendenti (e talvolta anche dei clienti). Una disposizione arrivata a pochi giorni dalla riapertura del 18 e che ha messo in grande difficoltà piccole imprese, artigiani e commercianti pronti a tornare al lavoro. In quelle ore è quindi scattata una vera e propria corsa agli apparecchi a infrarossi per misurare la febbre a distanza, i cui prezzi si sono però impennati: dai cinquanta euro di media pre-Covid, ora costano come minimo cento euro.

Alcune associazioni di imprenditori e commercianti, come la Lia Bergamo, si erano portate avanti acquistando termoscanner tempo fa, immaginando che sarebbero potuti diventare obbligatori, ma altri no. E tra questi altri, a quanto pare, c’è anche l’Agenzia delle Entrate di Bergamo. Un paradosso: neppure uffici pubblici riescono a organizzarsi per rispettare le Ordinanze pubbliche, arrivando così all’estrema soluzione del restare chiusi «fino a data da destinarsi» e venendo meno a un servizio per i cittadini.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia