Nella sede di Christie’s a New York

Il quadro più costoso di sempre

Il quadro più costoso di sempre
12 Maggio 2015 ore 14:57

Tutto in 11 minuti. Nella sede di Christie’s di New York lunedì sera si è consumata una delle più incredibili performance nella storia delle aste. 11 minuti frenetici in cui da tutto il mondo piovevano offerte per un quadro di straordinaria importanza di Picasso. Alla fine, quando il battitore, Brett Gorvy, ha dato il fatidico colpo di martello, la lancetta era arrivata 179.365.000 dollari. Ben 35 in più del prezzo prefissato. Sbriciolato il precedente record di 142 milioni, raggiunto da un trittico di Francis Bacon due anni fa (il record precedente di Picasso era stato con Nude, Green Leaves and Bust del 1932, venduto per 106,5 milioni di dollari). Il quadro di Picasso era stato di proprietà di due collezionisti storici come Victor e Sally Ganz, era stato venduto 18 anni fa a Londra, sempre in asta, per 31,9 milioni di dollari: una rivalutazione di quasi 150milioni… Il compratore è ovviamente rimasto anonimo.

 

picasso-femmes-d-alger

 

Ma la domanda che tutti si fanno è una sola: li vale questo quadro di Picasso tutti quei soldi? Certamente siamo di fronte ad un’opera di grande importanza, una delle più importanti del pittore spagnolo in mano a privati. Picasso la dipinse nel 1955 infatti come omaggio a Henri Matisse, altro gigante del secolo, morto nel novembre dell’anno prima. Si era messo all’opera con grande impegno, tant’è vero che fece nell’arco di sei mesi 15 versioni (e ben 100 studi preparatori), che sono nominate con le lettere dell’alfabeto dalla “A” alla “O”. Questa venduta lunedì è la versione finale, Les Femmes d’Algers (version “O”) è infatti il suo titolo preciso. È un quadro che è stato presente in alcune delle più importanti retrospettive di Picasso e che quindi ha certamente un valore storico (l’ultima presenza alla National Gallery di Londra nel 2012).

 

picasso-and-art-handlers

 

Picasso omaggia Matisse dedicandogli un quadro ambientato idealmente ad Algeri, quindi in quel Paese che Matisse amava e che era stato così importante per la scoperta dei colori e della luce intensa della sua pittura. Ci si chiede chi sia la donna rappresentata con la veste aperta sul seno. E la supposizione è che si tratti di Françoise Gilot, la donna che era stata per 11 anni compagna di Picasso e che gli aveva dato due figli. Françoise aveva lasciato il pittore (unica relazione in cui non fu Picasso a rompere…) l’anno precedente, ma non era stata evidentemente dimenticata. Anche perché lei era stata testimone privilegiata della relazione tra Picasso e Matisse, come ha raccontato nella sua autobiografia La mia vita con Picasso. Gli episodi raccontati sono spesso anche molto divertenti. Scrive ad esempio: «Quando Picasso mi volle presentare a Matisse indossai una camicetta lilla e pantaloni verdi: sapevo che gli sarebbero piaciuti i colori, conoscevo i suoi dipinti. Matisse aveva un umorismo subliminale e si comportò come se non sapesse della mia relazione con Pablo. Gli disse che desiderava dipingere il mio ritratto, con il corpo blu e i capelli verdi. A casa, Pablo borbottò: “Come osa? Lo faccio io”. Eravamo insieme da tre anni ma non mi aveva mai fatto un ritratto».

I due, racconta la Gilot, si scambiavano poche parole: «Si osservavano. Si consideravano dei sovrani. Erano i più grandi geni dell’epoca. Si parla sempre di una repubblica delle arti in cui tutti sono uguali. Non è così, alcuni sono più uguali di altri. Matisse aveva un paio d’anni in più ed era paterno, a Pablo non dispiaceva e accettava. Una volta, scherzando, Matisse disse che erano come i due poli della Terra. Lui veniva dal nord della Francia, Pablo dal sud della Spagna. Pablo rispose: “Bene, io sono il Polo Sud, è più freddo”»

Un quadro così, che testimonia il rendez-vous tra i due geni dell’arte del secolo scorso, forse quei soldi li vale…

 

Picasso-LesFemmesDalgerMONT

12 foto Sfoglia la gallery

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia