Il report settimanale

Il sindaco di Albino parla del contagio in Val Seriana: «Numeri confortanti e rassicuranti»

Il primo cittadino Fabio Terzi: «È stato ancora una volta molto confortante l’esito del consueto confronto che noi Sindaci abbiamo avuto con ATS Bergamo ed il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci a fine settimana»

Il sindaco di Albino parla del contagio in Val Seriana: «Numeri confortanti e rassicuranti»
Cronaca Val Seriana, 30 Novembre 2020 ore 16:12

di Fabio Gualandris

Anche questa settimana ad Albino non è mancato l’appuntamento con il puntuale comunicato del sindaco Fabio Terzi, diffuso attraverso i canali di comunicazione istituzionali (sito web e social).

Scrive il sindaco: «È stato ancora una volta molto confortante l’esito del consueto confronto che noi Sindaci abbiamo avuto con Ats Bergamo ed il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci a fine settimana. In riferimento alla quarta settimana di novembre, per la nostra Provincia, i numeri confermano una costante diminuzione dei nuovi casi positivi con una curva epidemiologica che ormai, dopo aver raggiunto il plateau, sta scendendo, lentamente ma con continuità. Per fortuna anche nel resto delle province lombarde la curva epidemiologica pare finalmente, dopo aver raggiunto il suo picco, avere incominciato la sua lenta discesa. Certamente soprattutto nelle aree occidentali della Regione i numeri assoluti sono ancora importanti, a differenza della nostra situazione bergamasca, decisamente più contenuta e sotto controllo».

Relativamente alla Provincia di Bergamo, Terzi aggiunge: «Nella quarta settimana di novembre, la media giornaliera dei nuovi casi positivi è stata di circa 180 contro i 234 della settimana precedente, con una percentuale dell’8% di tamponi positivi sul totale di quelli effettuati. Alla fine della settimana scorsa il numero totale dei positivi nella nostra Provincia era di circa 3.800. Numeri davvero contenuti e sotto controllo».

Il sindaco di Albino, Fabio Terzi

Il comunicato continua con un’analisi più locale della situazione sanitaria: «La Val Seriana e le valli in genere, risultano le aree della Provincia con i numeri più bassi. Alla fine della settimana scorsa la Val Seriana presentava poco più di 150 casi positivi totali rispetto ai 3.800 dell’intera Provincia. Anche ad Albino la situazione conferma il miglioramento di una seconda ondata già molto contenuta e ben governata. Alla fine della quarta settima di novembre, ad Albino il numero totale dei positivi era di 14, ben 7 in meno rispetto ai 21 della terza settima del mese. Ma quello che più conta, è sottolineare come nell’ultima settimana di novembre, si siano registrati solo 4 nuovi casi. Davvero confortante e rassicurante».

E spiega come la situazione in graduale e costante miglioramento abbia portato a un allentamento delle misure restrittive imposte: «Certamente la nuova situazione generale che da giorni si è venuta a creare in Lombardia, ha permesso alla nostra Regione il passaggio dalla Zona Rossa a quella Arancione a partire da domenica 29 novembre. In sostanza, è possibile circolare liberamente nel proprio comune, mentre dalle ore 22.00 alle 5.00 del giorno successivo gli spostamenti debbono essere motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità o per motivi di salute. Rimangano sempre vietati gli spostamenti in comuni diversi se non per gli stessi motivi sopra elencati. Riaprono tutte le attività commerciali al dettaglio e tutti i servizi alla persona, mentre rimangano ancora sospese tutte le attività legate alla ristorazione (bar, ristoranti, pasticcerie) per cui è consentita la solo attività d’asporto (no consumo nelle vicinanze) o consegna a domicilio. Per quanto riguarda le attività sportive, rimangano consentite solo quelle riconosciute di interesse nazionale. È comunque permesso svolgere attività sportiva e motoria in forma individuale anche presso aree attrezzate o parchi. Chiusi ancora mostre, musei, teatri, cinema e attività culturali in genere. Chiuse ancora sale gioco, scommesse, bingo e slot machine».

Il sindaco conclude raccomandando ai cittadini ancora un po’ di pazienza e di continuare a rispettare le regole a tutti note: «Cari concittadini, se possiamo dire che per ora la seconda ondata ci abbia appena sfiorato tanto da tornare ad allentare le restrizioni e le misure previste per le Zone Rosse, ciò lo si deve anche alla vostra preziosa prudenza e al vostro eccezionale senso del dovere. Vi chiedo quindi di continuare così e di non approfittare troppo di questo allentamento dei vincoli e delle limitazioni. Davvero, abbiate ancora un pizzico di pazienza e continuate a tenere alta la guardia rispettando le norme e le buone pratiche anti Covid: indossare sempre correttamente la mascherina anche all’aperto, evitare assembramenti, sanificare spesso le mani».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità