Il videomessaggio

L’appello di Gori ai giovani: «Aiutiamo la Croce Rossa a consegnare i farmaci agli anziani»

Bergamo, 06 Marzo 2020 ore 10:57

Da una decina di giorni, l’intera Bergamasca sta vivendo in un clima di incertezza. In particolare i residenti della Val Seriana, in attesa della decisione del Governo sull’eventuale inasprimento delle misure restrittive e la creazione di una nuova zona rossa. In questa situazione, chi sta pagando il prezzo più alto sono le persone anziane, sospese tra la paura di contrarre la malattia e il timore di essere lasciati soli.

Per questa ragione, Comuni e associazioni stanno mettendo in campo una rete di aiuti a sostegno di questa fetta di cittadini, invitati a restare a casa per limitare il più possibile le occasioni di contagio da Coronavirus. «Voglio ricordare il servizio che svolge l’associazione di volontari Ol Disnà, aiuto per l’autonomia, che quotidianamente consegna pasti a domicilio a circa 300 anziani – ha sottolineato il sindaco Giorgio Gori in un videomessaggio postato su Facebook -. Abbiamo chiesto aiuto anche alla Croce Rossa, che si è resa disponibile per comprare e consegnare i farmaci alle persone anziane bloccate in casa e che non possono contare sull’aiuto dei familiari».

Chi ne avesse la necessità può telefonare al 342.0099675, numero a cui risponderà un operatore dedicato. «Voglio infine rivolgere un appello ai giovani della nostra città – ha concluso Gori -. Abbiamo bisogno anche del vostro aiuto. Chi volesse dare una mano, può telefonare al 329.2105207».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia