Cronaca
Il videomessaggio

L'appello di Gori ai giovani: «Aiutiamo la Croce Rossa a consegnare i farmaci agli anziani»

Cronaca Bergamo, 06 Marzo 2020 ore 10:57

Da una decina di giorni, l’intera Bergamasca sta vivendo in un clima di incertezza. In particolare i residenti della Val Seriana, in attesa della decisione del Governo sull’eventuale inasprimento delle misure restrittive e la creazione di una nuova zona rossa. In questa situazione, chi sta pagando il prezzo più alto sono le persone anziane, sospese tra la paura di contrarre la malattia e il timore di essere lasciati soli.

Per questa ragione, Comuni e associazioni stanno mettendo in campo una rete di aiuti a sostegno di questa fetta di cittadini, invitati a restare a casa per limitare il più possibile le occasioni di contagio da Coronavirus. «Voglio ricordare il servizio che svolge l’associazione di volontari Ol Disnà, aiuto per l’autonomia, che quotidianamente consegna pasti a domicilio a circa 300 anziani – ha sottolineato il sindaco Giorgio Gori in un videomessaggio postato su Facebook -. Abbiamo chiesto aiuto anche alla Croce Rossa, che si è resa disponibile per comprare e consegnare i farmaci alle persone anziane bloccate in casa e che non possono contare sull’aiuto dei familiari».

Chi ne avesse la necessità può telefonare al 342.0099675, numero a cui risponderà un operatore dedicato. «Voglio infine rivolgere un appello ai giovani della nostra città – ha concluso Gori -. Abbiamo bisogno anche del vostro aiuto. Chi volesse dare una mano, può telefonare al 329.2105207».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter