l'intervento

I vigili del fuoco riparano il campanile di San Bernardino a Lallio danneggiato dalla tempesta

Le forti piogge e le raffiche di vento avevano compromesso la stabilità del monumento

I vigili del fuoco riparano il campanile di San Bernardino a Lallio danneggiato dalla tempesta
Cronaca Treviolo e Lallio, 19 Agosto 2021 ore 18:07

Il temporale di lunedì scorso (16 agosto) aveva danneggiato la cuspide con la croce del campanile della chiesa di San Bernardino, a Lallio, compromettendone la stabilità. Questa mattina i vigili del fuoco del distaccamento di Dalmine, insieme ai Saf (i membri del nucleo Speleo alpino fluviale) della centrale di Bergamo hanno riparato e messo in sicurezza la torre campanaria della chiesa che custodisce un importante ciclo di affreschi che risale al Cinquecento.

L'edificio sacro è stato costruito nel 1450, lo stesso anno in cui fu canonizzato Bernardino, santo senese, e risulta agli atti come la più antica chiesa costruita in suo onore. Fu Fra Eustacchio Licini, proveniente dal convento delle Grazie fondato dallo stesso San Bernardino a Bergamo, a farla costruire a Lallio.

Dal punto di vista artistico la chiesa è considerata un’opera rappresentativa del periodo del manierismo lombardo, con l'interno affrescato raffigurante cicli dedicati alla passione, morte e resurrezione di Cristo, alla vita della Madonna, a Santa Caterina d’Alessandria e ovviamente a San Bernardino da Siena, oltre a santi della devozione popolare e personaggi biblici. All'interno sono anche presenti dipinti di Cristoforo Baschenis il Vecchio, Gerolamo Colleoni e un autore ignoto, identificato dalle iniziali T. L. Affreschi adornavano anche la facciata esterna, ma nel 1967 sono stati prelevati per evitare che si rovinassero in modo irreparabile e sono stati ricollocati nella sagrestia.