nuove linee guida

In Lombardia la quarantena raddoppia e passa da 14 a 28 giorni di isolamento

In Lombardia la quarantena raddoppia e passa da 14 a 28 giorni di isolamento
14 Aprile 2020 ore 10:10

Non più 14 giorni di isolamento, bensì 28. Sono queste le nuove linee guida che sta per adottare Regione Lombardia a tutela della salute pubblica, come spiegato dall’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. «I medici dovranno prorogare la quarantena attraverso un certificato a tutti coloro che dopo essere entrati in contatto con il virus, concluse le due settimane, teoricamente dovrebbero rientrare al lavoro».

Questa scelta è stata presa perché indagini epidemiologiche hanno appurato che esistono casi di persone risultate positive al virus anche dopo gli ormai famosi 14 giorni (tempo di incubazione del virus entro cui si manifesterebbero i sintomi) e se queste dovessero rientrare al lavoro allora il contagio tornerebbe a crescere nuovamente.

L’obiettivo è di gestire in maggiori condizioni di sicurezza e in modo più controllato la futura ripartenza. Il provvedimento, in particolare per la nostra provincia, potrebbe risultare fondamentale per evitare la ripresa dell’infezione, anche alla luce della difficoltà di fare test e tamponi a tappeto su tutta la popolazione.

A oggi, le linee guida dell’Istituto superiore di sanità indicano che una persona positiva al Covid-19, asintomatico o guarito dai sintomi deve sottoporsi all’analisi del tampone non prima di 7 giorni per verificare se risulta essere negativo all’infezione. Se il paziente è negativo il test deve essere ripetuto dopo 24 ore (con due tamponi negativi il paziente risulta ufficialmente guarito), mentre se risulta essere ancora positivo è necessario un secondo tampone dopo ulteriori 7 giorni.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia