Palazzo Frizzoni

In vista di un 2020 complicato, la Giunta comunale approva un bilancio 2019 molto positivo

Record di investimenti, numeri in utile, 12 milioni di avanzo d'amministrazione: la soddisfazione del vicesindaco e assessore al Bilancio Sergio Gandi

In vista di un 2020 complicato, la Giunta comunale approva un bilancio 2019 molto positivo
Bergamo, 27 Giugno 2020 ore 11:09

Se i conti del Comune di Bergamo per il 2020 mettono un po’ di preoccupazione a causa delle conseguenze della pandemia, guardando al 2019, invece, i numeri parlano di un comune sano. Il 25 giugno, La Giunta ha approvato il bilancio consuntivo dell’anno passato, che ora dovrà passare al vaglio del Consiglio comunale. Si segnalano quasi 12 milioni di euro di avanzo di amministrazione, un ottimo andamento delle entrate e un importante lavoro di recupero dell’evasione fiscale, una sostanziale tenuta delle spese generali e un nuovo record per quello che riguarda gli investimenti.

Molto positivo il dato relativo al conto economico: un utile di 4,4 milioni di euro, più del doppio (2,1) rispetto al 2018. «Una notizia molto positiva per i nostri concittadini – commenta il vicesindaco e assessore al Bilancio Sergio Gandi -, che evidenzia la gestione virtuosa dei conti del nostro Comune». Altre notizie positive, soprattutto in vista del difficile 2020, vengono dall’avanzo di amministrazione: Palazzo Frizzoni conclude il 2019 con 12 milioni di euro di avanzo (di cui 4,4 milioni per investimenti), una cifra che sarà fondamentale per finanziare le opere 2020 e quindi attutire gli effetti della crisi Covid19.

Sergio Gandi, vicensidaco di Bergamo

Molto bene anche le entrate: sono 91 i milioni di euro di natura tributaria contributiva e perequativa, nell’ambito di un totale di 141 milioni di euro (in linea con il 2018) di introiti nelle casse di Palazzo Frizzoni. In questo non pesa la riduzione di quasi un milione di euro per quel che riguarda le sanzioni da Codice della strada e la riduzione del dividendo Atb (che passa da 3 a un milione) rispetto agli anni precedenti. «Gli introiti delle multe – spiega ancora Gandi – scendono per effetto della normale comprensione delle Ztl recentemente attivate in città e si attestano intorno a 12,5 milioni: moltissime di queste vengono comminate a persone non residenti a Bergamo. Registriamo poi un record di recupero dell’evasione fiscale dell’Imu, a cui si abbinano i 310 mila euro di recupero sull’Irpef statale».

Tengono le spese generali, con una crescita della spesa sociale e delle spese per la sicurezza in città. Nel 2019 Bergamo ha speso 650 mila euro in più per implementare il sistema di videosorveglianza cittadino e per aiutare i commercianti a migliorare i propri sistemi di sicurezza. La spesa sociale sale oltre a 15 milioni di euro. A tutto questo si aggiunge il record degli investimenti realizzati, ben 27 milioni di euro: un risultato importante, soprattutto alla luce della vendita di 4,9 milioni di azioni A2A.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia