Cronaca
l'intervento dei vigili del fuoco

Incendio nella notte a Castel Rozzone: in fiamme il tetto di un'abitazione ma nessun ferito

A marzo di quest'anno, rispetto allo stesso mese del 2020, gli incendi nelle abitazioni sono quasi triplicati. Colpa della cattiva manutenzione e dell'utilizzo di combustibili non idonei

Incendio nella notte a Castel Rozzone: in fiamme il tetto di un'abitazione ma nessun ferito
Cronaca 09 Aprile 2021 ore 10:09

Ennesima notte di lavoro per i vigili del fuoco: due squadre, una del distaccamento di Dalmine e una dei volontari di Treviglio, sono intervenute ieri (giovedì 8 aprile) per domare un incendio scoppiato in una palazzina di Castel Rozzone.

Le fiamme hanno distrutto il tetto di un’abitazione in via Matteotti, ma fortunatamente nessuno degli inquilini è rimasto ferito. Intervenuti intorno alle 21, i vigili del fuoco hanno spento il rogo e bonificato l’area compromessa.

3 foto Sfoglia la gallery

Quel che balza all’occhio, osservando i dati riportati sull’Eco di Bergamo, è però l’impennata nel numero di incendi scoppiati nelle abitazioni a marzo del 2021, se paragonati ai primi due mesi dell’anno o a marzo del 2020. A marzo dello scorso anno si erano contati 162 incendi generici e 18 ai tetti, mentre nello stesso mese di quest’anno si è passati rispettivamente a 448 e 61.

Sono tre le ragioni che possono spiegare questo aumento di roghi domestici: le giornate di freddo anomalo registrate in provincia; la crisi economica e, di conseguenza, la mancata manutenzione degli impianti e delle canne fumarie; l’utilizzo di combustibili o pellet di scarsa qualità.