Moto2, domenica su Sky alle 12.20

Italtrans parte in salita a Jerez Loca e Bestia lontani dai primi

Italtrans parte in salita a Jerez Loca e Bestia lontani dai primi
Cronaca 03 Maggio 2019 ore 17:37

L’Europa è un gran casino, ci sono piste difficili, momenti complicati, e infatti a Jerez i risultati non sono stati memorabili: Locatelli 15°, Bastianini 18°. Qualche passo indietro per l’Italtrans, che alla prima gara nel vecchio continente si trova a dover inseguire. Niente paura: il team bergamasco c’è, le risorse non mancano. Alcune cose sono da sistemare, questo è chiaro. Ma è altrettanto chiaro che la gara spagnola rischia di essere un passaggio a vuoto per i piloti della scuderia bergamasca. I ragazzi dell’Italtrans dovranno superarsi per arrivare ad agganciare la top ten.

 

 

Quante chance? Per Locatelli, che ha fatto vedere comunque di essere veloce, ci sono possibilità. La gara è complicata, la pista è difficile e il Loca dovrà impegnarsi per riuscire a rimontare qualche posizione. Quella spagnola è una pista insidiosa, lo sapevamo anche prima. Ma era chiaro che i giorni di prove libere avevano segnalato qualcosa di diverso, e cioè un Locatelli in grado di raggiungere almeno la decima posizione. Non è successo. Ma il ragazzo di Selvino è uno abituato a lottare, a spingere, e lo farà anche questa volta, in una giornata che può essere quella del riscatto. Il suo tempo, 1’41.837, segna comunque un distacco con i primi.

 

 

Problemi, poi, anche per Bastianini. Nelle prime gare del motomondiale era stato decisamente più veloce. Ieri c’è stato qualche piccolo problema, e il Bestia è scivolato troppo giù e infatti il suo tempo segna 1’41.958. I tre piazzamenti nella top ten facevano sperare in qualcosa di più, ma adesso Bestia proverà a rimontare. Jorge Navarro si aggiudica la pole, prima volta in carriera nella categoria intermedia per il pilota spagnolo. Il pilota del team Speed Up ha fermato il cronometro sul 1’41.182 precedendo Alex Marquez (Marc VdS) e Augusto Fernandez (Flex Box Hp).

Sarà una gara complicata, lo dicono anche gli altri piazzamenti. Remy Gardner, 4°, apre la seconda fila, precedendo il rookie Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46), migliore qualifica in categoria, e Lorenzo Baldassarri, leader del mondiale. Nel finale, Fabio Di Giannantonio (Speed Up) stava per prendersi la prima fila, ma si è dovuto accontentare del settimo tempo, davanti a Thomas Luthi e Tetsuta Nagashima. Brad Binder (KTM Ajo), passato dalla Q1, completa la top ten.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità