Gli appuntamenti del vivaio nel weekend

Facciamo uno sgambetto alla Juve Per l’Under 15 inizia la fase finale

Facciamo uno sgambetto alla Juve Per l’Under 15 inizia la fase finale
Cronaca 19 Maggio 2018 ore 09:47
[Alessio Rosa, bomber dell’U15 nerazzurra ed ex Roma, esulta con i compagni. Foto Atalanta.it]

 

Questo weekend scenderanno in campo per impegni ufficiali solo due categorie del settore giovanile atalantino, cioè Primavera e Under 15, ma entrambe le sfide saranno decisive per motivi diversi. La formazione di Massimo Brambilla potrà essere l’ago della bilancia in grado di escludere la Juve dagli spareggi di qualificazione alle Final Four mentre i calciatori classe 2003 giocheranno l’andata dei quarti di finale a Roma. Ma andiamo con ordine e presentiamo i due confronti.

 

[Mister Brambilla nella partita della Primavera contro il Chievo. Foto Atalanta.it]

 

La Primavera oggi, sabato 19 maggio alle 13, affronta in trasferta l’importantissimo match di campionato contro la Juventus. I bergamaschi, già sicuri di essere tra le migliori quattro società d’Italia, vogliono riscattare la sconfitta subita la scorsa settimana con il Chievo e hanno a disposizione il big match odierno per condannare i bianconeri all’inferno sportivo del mancato accesso ai playoff. All’andata la partita era terminata con una vittoria piuttosto larga della capolista, un 3-1 che ha consacrato definitivamente la truppa orobica. Gli atalantini per ripetere l’impresa del 12 gennaio non potranno contare sulle performance di Ebrima Colley, ancora impegnato con l’Under 20 del Gambia fino a lunedì, mentre potrebbero dover rinunciare anche ad altre pedine fondamentali perché chiamate a rapporto da Gasperini in prima squadra. Da gennaio a oggi sono cresciute in modo esponenziale le convocazioni dei giovani classe 1998, ’99 e ’00 tra i professionisti, ma questo aspetto non ha influito sulle prestazioni della squadra di Brambilla. Nella Juventus il giocatore più in forma è senza dubbio l’attaccante Marco Olivieri, bomber della Vecchia Signora arrivato a quota 12 gol e in rete da due partite consecutive. La qualità di entrambe le formazioni è un ottimo biglietto da visita per un incontro che si preannuncia spettacolare e ci dirà chi sarà la quarta rosa che raggiungerà Roma, Fiorentina e Torino ai playoff.

L’Under 15 è stata la grande protagonista del Girone B di categoria con una cavalcata che è valsa il secondo posto per la differenza reti negli scontri diretti, nonostante l’arrivo a pari punti con l’Inter capolista. Domani (domenica 20) alle ore 11 l’Atalanta darà il via alle danze dei confronti a eliminazione diretta scendendo in campo a Trigoria nell’andata dei quarti di finale. Le compagini che lotteranno per la gloria e si contenderanno il tricolore sono rimaste otto e i nerazzurri non potevano certo mancare. Nelle Final Eight, gli uomini di Andrea Di Cintio dovranno affrontare i giallorossi, gli interisti se la vedranno con il Genoa, il Milan proverà a battere la Juventus mentre la sfida del Sassuolo contro il Napoli completerà il programma. Il tabellone prevede un doppio confronto andata e ritorno solo nei quarti di finale, dopodiché le qualificate giocheranno in campo neutro in gara unica sia il penultimo che l’ultimo atto della competizione nazionale.

 

[Andrea Di Cintio, allenatore dell’Under 15 nerazzurra. Foto Atalanta.it]

 

Confrontando i numeri delle due squadre, entrambe sono arrivate seconde, ma la Dea ha ottenuto 68 punti conquistando ventidue vittorie, due pareggi e due sconfitte, mentre i capitolini non sono andati oltre i 53 punti. Sia giallorossi che nerazzurri hanno concluso i rispettivi raggruppamenti con i migliori attacchi: i ragazzi guidati da Fattori sono stati capaci di realizzare 58 marcature e gli orobici ne hanno messe a segno 68. Tra i trascinatori con la maglia atalantina troviamo Alessio Rosa, punta di diamante e capocannoniere del Girone B grazie ai ventidue centri in 25 partite giocate. Il giovane, trasferitosi nel mercato estivo dalla Roma a Zingonia, è il miglior centravanti d’Italia. Nessuno ha raggiunto i suoi numeri a livello realizzativo e una parte del merito va anche al resto della squadra che è riuscita a supportarlo nel raggiungere questo grande traguardo. Dall’altra parte veste la casacca dei capitolini una vecchia conoscenza nerazzurra, Daniel Tueto Fotso, attaccante classe 2003 aggregato in diverse occasioni ai ragazzi più grandi e che potrebbe essere “prestato” ai coetanei per provare a raggiungere la semifinale. Attenzione anche all’esterno offensivo romano Mirko Mancino decisivo con le nove reti realizzate in campionato. Ci sono tutti i presupposti per assistere a un weekend entusiasmante, anche se siamo solo all’inizio delle sfide cruciali. La famiglia Atalanta non vede l’ora di poter gioire per la celebrazione di risultati importanti e il mese di giugno potrebbe regalare diverse soddisfazioni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli