È successo a lovere

Polizia sventa truffa online da ventimila euro: arrestata in banca una 51enne ucraina

La donna, ritenuta responsabile del reato di ricettazione, si trova in carcere a Bergamo. Le indagini sono nate dalla denuncia di un imprenditore napoletano

Polizia sventa truffa online da ventimila euro: arrestata in banca una 51enne ucraina
11 Giugno 2020 ore 10:42

La Polizia di Stato ha sventato una truffa dal valore di 20mila euro e arrestato nella mattinata di mercoledì 10 giugno L. D., una donna ucraina di 51 anni, responsabile del reato di ricettazione. Le indagini sono nate dalla una denuncia di un imprenditore della provincia di Napoli, che aveva segnalato che il versamento di 20mila euro da un conto corrente della propria società ad un secondo conto corrente della stessa ditta non era mai andato in porto.

Accertamenti bancari hanno invece consentito di verificare che il denaro era invece arrivato sul conto corrente di una banca di Lovere intestato proprio alla 51enne ucraina, probabilmente attraverso un’attività fraudolenta compiuta online. La sezione reati contro il patrimonio della squadra Mobile di Bergamo ha quindi avviato le indagini per verificare il modus operandi della donna. Dagli approfondimenti è emerso che il conto corrente sul quale erano confluiti i 20mila euro, stornati da quello della ditta campana, era stato attivato da circa un mese, verosimilmente per realizzare la truffa.

Gli agenti hanno quindi predisposto, per più giorni, una serie di appostamenti, fino a che la donna non è stata vista entrare in banca per prelevare la somma richiedendo al personale l’emissione di un assegno circolare a lei intestato. Poco prima che incassasse il titolo gli agenti della squadra Mobile l’hanno arrestata. La donna, su disposizione della procura di Bergamo, si trova nel carcere di via Gleno.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia