Musa Barrow non al top

La Primavera non va oltre il pari Under 17 e 15, invece, volano

La Primavera non va oltre il pari Under 17 e 15, invece, volano
07 Novembre 2017 ore 10:49

Sei vittorie, un pareggio e una sconfitta rappresentano un grande risultato per i ragazzi dell’Atalanta nei campionati giovanili nazionali. Rovina un weekend di festa solo l’Under 16, che perde 2-0 sul campo della Lazio.

 

 

La Primavera continua con un’altra grande prestazione a guidare la classifica del girone uno del campionato Under 19, nonostante non siano arrivati i tre punti. Dopo la goleada rifilata alla Roma nella scorsa giornata, l’Atalanta fallisce una serie incredibile di occasioni per passare in vantaggio e si accontenta di un pareggio contro il Genoa che gli permette di conservare la vetta. Un assedio quello dei ragazzi di Brambilla, che non riescono a sfondare il muro costruito dai rossoblù davanti alla porta difesa da Alessio Rollandi, il migliore in campo in assoluto. Il numero uno dei grifoni riesce a rimanere imbattuto e permette alla truppa di Sabatini di guadagnare un punto prezioso contro un avversario ostico. Pochi i calciatori che meritano l’insufficienza tra i padroni di casa, però tra questi troviamo Musa Barrow, autore di una performance da cinque in pagella a causa delle numerose chance fallite in zona gol; strano per un attaccante che ci ha abituati a realizzazioni regolari in queste prime giornate. In ogni caso una partita sottotono può capitare a tutti, anche ai campioni più affermati. Lo ripetiamo da diverse giornate che se si vuole trovare il pelo nell’uovo a una squadra capace di collezionare sette risultati utili consecutivi, l’unica pecca è la mancanza di cinismo sotto porta. Difficile da accettare per un reparto che è il più prolifico del campionato, ma i pareggi contro il Milan e il Genoa e anche la sconfitta con la Fiorentina parlano di una formazione che ha creato tantissimo e ha sbagliato parecchi gol. Un miglioramento in questo senso permetterebbe alla rosa di Brambilla di spiccare il volo definitivamente.

 

[Melegoni in azione contro il Genoa, foto Atalanta.it]

 

 

La Berretti di Stefano Lorenzi, di riposo in campionato, ha vinto con il punteggio di 6-2 un’amichevole sul campo del Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia contro l’Alessandria. I nerazzurri sono riusciti a dominare una partita sulla carta difficile, andando in vantaggio e portandosi sul parziale di cinque reti a zero; dopodiché, complice qualche disattenzione difensiva che ha fatto arrabbiare il tecnico di Calcinate, gli ospiti hanno provato a tornare in gara segnando due gol. Le marcature degli orobici sono state firmate da Panagiotis Louka e Antonio Pina Gomes, autori di due doppiette, e da Jacopo Da Riva e Matteo Pedrini. Da segnalare la crescita del brasiliano Gomes, che dopo un inizio di stagione difficile sta entrando nei meccanismi del gioco di squadra. L’Under 17 continua l’inseguimento al Cesena capolista, aspettando di recuperare il match contro la Lazio e vincendo in rimonta sul campo dell’Udinese. Dopo essere passati in svantaggio per la rete di Thomas Battistella, la formazione di Giovanni Bosi è riuscita a tornare in parità grazie alla marcatura del capitano Alessandro Cortinovis, bravo a caricarsi i suoi compagni sulle spalle trascinandoli al successo. Il gol del definitivo 1-2 lo mette a segno ad un quarto d’ora dalla fine Manu Gyabuaa. Entrambi i ragazzi sono stati anche grandi protagonisti, insieme a Davide Ghislandi, delle qualificazioni agli Europei Under 17, dove hanno portato l’Italia alla vittoria del gruppo 13.

 

[Esultanza delle Giovanissime, foto Atalanta.it]

 

I giocatori classe 2002 dell’Under 16, invece, non sfruttano l’occasione di agganciare la Lazio in vetta alla classifica e cadono immeritatamente nella trasferta di Roma contro i biancoazzurri. Un match nato male e terminato sulla stessa lunghezza d’onda per i calciatori di Marco Zanchi, i quali subiscono dopo trenta secondi un calcio di rigore a sfavore, trasformato da Franco (che sale a sei reti in stagione). Allo scadere arriva il raddoppio di Orlandi che regola l’Atalanta. Gli orobici disputano un ottimo primo tempo gestendo bene il pallone e organizzando buone trame di gioco, mentre nella ripresa sono meno precisi e si buttano in avanti con affanno per provare a segnare. Dall’altra parte, i capitolini si difendono con ordine per tutta la gara e sfruttano alla grande gli unici due tiri in porta della partita. L’Under 15 passa di misura con il solito sigillo di Alessio Rosa e continua a mettere pressione all’Inter, aspettando lo scontro diretto della prossima settimana. Ancora imbattuti in otto giornate le giovani promesse di Andrea Di Cintio. I Giovanissimi chiudono il set con un secco 6-2 contro il Monza grazie alle doppiette di Cher Ndour e Nicolas Truosolo e ai gol di Mattia Invernizzi e Samuele Tieri. I Giovanissimi B ottengono un risultato prestigioso sconfiggendo il Milan con la rete di Nicola Noventa. Vittoria per le Giovanissime Regionali, vincenti a Brescia 2-1 con le marcature Gaia Bianchi e Francesca Degrassi.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia