Tutti gli appuntamenti del weekend

La Primavera promette spettacolo contro il Milan di Rino Gattuso

La Primavera promette spettacolo contro il Milan di Rino Gattuso
Cronaca 21 Ottobre 2017 ore 08:40

Dopo le soste della scorsa settimana di diversi campionati, si torna in campo quasi al gran completo per continuare il cammino intrapreso e misurare i progressi ottenuti. Le formazioni giovanili dell’Atalanta, che stanno facendo finora un’ottima figura, non hanno sicuramente intenzione di fermarsi. La Primavera avrà per distacco la partita più difficile da affrontare contro il Milan. Oggi, sabato 21 ottobre, alle ore 13 al Centro Sportivo di Azzano San Paolo, andrà in scena uno dei big match della sesta giornata insieme a Inter-Fiorentina, che si giocherà domenica alle ore 11. I rossoneri hanno collezionato tre vittorie e due sconfitte e si ritrovano a meno tre dalla vetta attualmente occupata dagli uomini di Brambilla. Il punto debole della formazione allenata da Rino Gattuso è il pacchetto arretrato, che è il secondo più perforato di tutto il campionato con 9 reti incassate. Curioso è sapere che otto di questi li hanno subiti nelle prime due giornate contro Sassuolo e Inter.

 

[Musa Barrow in azione contro l'Inter, foto Atalanta.it]

 

La rosa a disposizione del tecnico campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 2006 è farcita di ottimi giocatori, tra cui Tiago Dias, gioiellino classe 1998 proveniente dal Benfica e arrivato in estate sotto la Madonnina grazie all’attento lavoro di scouting di Mirabelli. L’esterno d’attacco offensivo portoghese è abile con il mancino e ama giocare a destra per poi convergere verso il centro del campo e crossare o arrivare al tiro. Tra le sue doti migliori ci sono la grande tecnica palla al piede e la velocità nei dribbling. Ad arginare l’estro dell’uomo più prolifico dei bergamaschi, ovvero Musa Barrow, potrebbe esserci Raoul Bellanova, classe 2000, terzino destro con fisico, corsa e resistenza. Molto bravo in fase difensiva soprattutto tatticamente e nell’uno contro uno, per i coetanei è praticamente un muro invalicabile. Il ragazzo deve migliorare però offensivamente, dato che tecnicamente ha ottime qualità. Altro giovane talento in vetrina è Riccardo Forte, attaccante rossonero nato nel 1999 che svaria su tutto il fronte d’attacco e fa della grinta e della verve la sua arma migliore. Già tre i suoi centri in campionato.

La formazione Berretti scenderà in campo sempre oggi, sabato 21, alle ore 14, in trasferta sul campo della Triestina. I giocatori chiamati in causa dovrebbero avere vita facile contro una truppa che si ritrova nei bassifondi della classifica con i soli tre punti conquistati. Il tasso tecnico tra le due compagini impegnate nella sfida sarà enorme e a meno di clamorosi colpi di scena, i ragazzi di Lorenzi torneranno da Trieste con il bottino pieno. L’Under 17 invece sarà l’unica squadra che non giocherà nel weekend e lascerà spazio all’Under 16 che disputerà il match contro il Cagliari domenica alle ore 15.15 a Zingonia. La prossima potrebbe essere la giornata buona per il sorpasso in vetta ai danni della Lazio: i capitolini saranno impegnati in casa contro il Chievo Verona, che si trova al terzo posto con 10 punti. La truppa di Marco Zanchi è distante una sola lunghezza dai biancoazzurri a quota 12 e potrebbe approfittare di un passo falso. L’Atalanta dovrà fare una bella prestazione anche dal punto di vista difensivo, visto che ha quasi sempre subito gol, e dovrà prestare attenzione a Massimiliano Manca, autore di due centri in campionato. L’esperienza di David Suazo, una vecchia conoscenza della Serie A oggi sulla panchina sarda, proverà a portare i suoi ragazzi al successo.

 

[Un'esultanza dei ragazzi dell'Under 15, foto Atalanta.it]

 

L’Under 15, impegnata sempre contro gli isolani, giocherà sempre domenica a Zingonia ma alle ore 14.30. L’obiettivo della formazione di Andrea Di Cintio è provare ad aumentare il divario con la terza in classifica per spiccare definitivamente il volo. L’occasione con i sardi (quarta forza del campionato e potenzialmente terza perché ha disputato una gara in meno) è da cogliere al volo e visti i precedenti i nerazzurri possono dimostrare di essere all’altezza della situazione nonostante la giovane età. Le premesse per conquistare la sesta vittoria ci sono tutte e anche l’Inter proverà a tenere il passo degli orobici conquistando una vittoria. I Giovanissimi Regionali scenderanno in campo a Renate domenica alle ore 11, mentre il big match dei Giovanissimi B è in programma domenica alle ore 15 a Milano contro l’Inter.