il report

L’aeroporto trasparente. Pubblicati tutti i dati

L’aeroporto trasparente. Pubblicati tutti i dati
Bergamo, 30 Gennaio 2020 ore 04:41

Se volete sapere qualsiasi cosa del «Caravaggio», l’aeroporto di Orio al Serio, ora è possibile. Ieri, infatti, è stato pubblicato il report di sostenibilità, riferito al 2018, che altro non è che una fotografia circostanziata e trasparente della società di Sacbo. «L’obiettivo è quello di informare la comunità – afferma il presidente Giovanni Sanga – non solo dei risultati reddituali, ma anche degli effetti sociali e ambientali connessi alle attività del nostro aeroporto, ispirandosi ai principi di trasparenza e responsabilità». Sacbo ha deciso da quest’anno di «rendere conto» ai vari stakeholder, e in particolare ai propri soci e partner e alle comunità locali, delle attività svolte nonché degli effetti sociali e ambientali ad esse relativi. Per quanti si volessero cimentare nella lettura lo potete trovare qui.

La prima parte del Report di Sostenibilità del Gruppo Sacbo riporta gli elementi che caratterizzano e descrivono l’azienda. In questa sezione vengono presentate le informazioni relative all’identità, alla storia, al contesto di riferimento, all’assetto organizzativo e al suo modello di business. La società per l’Aeroporto Civile di Bergamo – Orio al Serio nasce nel 1970 e inizia la sua attività con i collegamenti con Roma, Cagliari, Alghero e Catania, e affidandone la gestione alla compagnia aerea Itavia. 127.286 furono i passeggeri transitati nel primo anno di attività. Oggi le infrastrutture a servizio del passeggero contano 33 banchi check-in, 18 gate e 7 caroselli riconsegna bagagli per servire qualcosa come 14 milioni di passeggeri. Questo lo sviluppo realizzato in cinquant’anni di attività. Il Gruppo Sacbo ha generato nel 2018 un valore della produzione consolidato pari a 149.091.367 euro con un utile pari a 23.009.174. In particolare, come evidenziato nel fascicolo di bilancio 2018, produce un impatto diretto, indiretto, indotto pari a 3.463,84 mln di euro e 57.358 posti di lavoro.

Nel Piano di Sviluppo Aeroportuale da qui al 2030, diventa fondamentale la politica ambientale, finalizzata alla tutela, al rispetto e al bilanciamento di tutti gli aspetti interessati dalle attività di gestione e sviluppo dell’aeroporto: rumore, aria, rifiuti, acqua, suolo, campi elettromagnetici, inquinamento luminoso, consumo di risorse, ecosistema, mobilità e comunicazione col territorio. Il Sistema di gestione ambientale del Gruppo Sacbo si compone di una serie di procedure di gestione e controllo che definiscono: i riferimenti normativi e legislativi; i processi operativi e di sviluppo infrastrutturale; le procedure di monitoraggio e gestione, nonché le potenziali attività di miglioramento gestionale e tecnologico per assicurare livelli di performance superiori. E per questo sono stati fatti investimenti sulle comunità confinanti, come dimostrato in tabella.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia