Occupato mentre era in ristrutturazione

L’albergo che Neville e Giggs hanno lasciato libero ai senzatetto

L’albergo che Neville e Giggs hanno lasciato libero ai senzatetto
22 Ottobre 2015 ore 10:00

«Vogliamo solo un posto dove vivere», scriveva lo striscione che domenica tenevano in mano alcuni clochard all’esterno dell’edificio che ospitava la vecchia borsa a Manchester.  Ed è stato così che Gary Neville e Ryan Giggs, ex-leggende del Manchester United e proprietari della struttura acquistata per farci un hotel di lusso, hanno accettato di lasciare alcuni senzatetto nel futuro albergo, almeno fino alla fine dell’inverno. La storia arriva dall’Inghilterra, rilanciata dai giornali non certo sulla base delle parole dei due giocatori, dallo stile silenzioso anche nei confronti di quest’opera di bene, compiuta senza troppe strombazzate.

 

manchester

 

La concessione di Neville. A parlare, piuttosto, è Wesley Hall, attivista e leader del gruppo di abusivi che alcuni giorni fa aveva occupato lo stabile. Era convinto che sarebbero stati espulsi, invece ha raccontato di essere rimasto incredulo quando Neville gli ha detto che sarebbero potuti rimanere. «Gary è davvero grande, un ragazzo coi piedi per terra. Si sta dando da fare per essere sicuro che tutti i parametri di igiene e sicurezza siano rispettati». L’ex-terzino e commentatore di Sky ha concesso ai clochard di usare il piano terra dell’edificio, chiudendo le porte delle altre stanze.

Il progetto delle due ex-leggende. Giggs e Neville avevano acquistato mesi fa lo stabile per un milione e mezzo di sterline. L’intento, appunto, era quello di creare un nuovo albergo di lusso, con tanto di palestra, piscina, spa… Ma nel frattempo c’era stata l’occupazione. La polizia addirittura, certo non con molto tatto, aveva twittato a una delle due leggende la notizia dell’arrivo dei senza tetto, cancellando poi il messaggio e scusandosi. E quando tutti si aspettavano che i due campioni avrebbero fatto leva sui loro diritti facendo sgomberare la vecchia borsa, invece c’è stata la sorpresa: «Potete rimanere per tutto l’inverno».

 

Gary-Neville-and-Ryan-Giggs-allow-homeless-protesters-to-stay-in-hotel

 

L’amichevole tra United e City. «I senzatetto sono un grande problema a Manchester», spiega Hall al Guardian, «ma c’è molto che possiamo fare per affrontarlo. Poter avere questo edificio per i prossimi quattro mesi darà uno spazio di respiro agli homeless durante l’inverno, e ci permetterà di ideare un reale intervento per cambiare le loro vite e provare ad assicurarci che non tornino indietro sulle strade». L’autunno è già inoltrato a Manchester: le piogge non mancano e di notte il termometro scende già verso temperature fredde. Tra poche settimane, per chi dorme per strada, il rischio ipotermia è grossissimo: «Poter avere questo hotel significa che non succederà. Potremo offrire questo supporto per i prossimi quattro mesi, senza soldi ma con molti aiuti da molte persone. Pensate quanto in più potremo fare se avessimo una struttura permanente per un lungo termine di tempo, e alcuni fondi. Mi piacerebbe chiedere ai giocatori di Manchester United e City di giocare una partita di solidarietà e di donare i proventi per un edificio stabile».

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia