l'iniziativa

L’Archivio di Stato celebra a suo modo la giornata internazionale della donna

L’Archivio di Stato celebra a suo modo la giornata internazionale della donna
Bergamo, 08 Marzo 2020 ore 08:17

Oggi ricorre la festa della donna. Al di là di ogni forma di retorica degli auguri e delle mimose che circoleranno a iosa, scegliamo L’Archivio di Stato di Bergamo, che per celebrare la Giornata Internazionale della Donna 2020 ha voluto ricordare alcune donne bergamasche ferite o cadute nella difesa della libertà. Lo fa portando alla luce alcuni documenti del Fondo Ufficio Patrioti, conservati negli schedari dell’archivio. Le schede si riferiscono agli anni 1945-1946 e sono numerate come la 153, 245, 261 e 2953. Elena Fanzaga di Caravaggio, colpita in casa da arma da fuoco durante un combattimento tra i partigiani e i tedeschi in ritirata; Arnoldi Maria di Sottochiesa, Betti Ambiveri di Bergamo, arrestata e deportata in Germania, Armanni Margherita di Castione, ferita e uccisa durante un rastrellamento dei nazifascisti. Un gesto esemplare di alcune donne, che come tantissime altre nel resto d’Italia e nel mondo, hanno reso nobile e significante il valore della vita per i loro figli. Va ricordato che anche l’Archivio di Stato, alla luce dei nuovi provvedimenti restrittivi per il contenimento del coronavirus, in via straordinaria rimane chiuso.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia