Cronaca
Le foto di McCurry, i fiori di Dolce e Gabbana

L'Ave Maria intonata da Bocelli e altri sette sogni per chi si sposa

L'Ave Maria intonata da Bocelli e altri sette sogni per chi si sposa
Cronaca 14 Agosto 2015 ore 11:26

«Mio marito vuole fare un regalo agli sposi». Si è presentata così la moglie di Andrea Bocelli ai parenti dei due varesini che stavano celebrando le loro nozze nella chiesa di Portovenere. Conosciuto il nome del marito della signora, ovviamente c'è stata subito un'adesione senza condizioni. E Andrea Bocelli salito sul presbiterio ha cantato l'Ave Maria di Schubert. Un regalo imprevisto che rende certamente ancor più indimenticabile un giorno che è indimenticabile per antonomasia. E allora per tutti diventa lecito fantasticare e sognare una sorpresa extraordinaria per il proprio matrimonio. Ecco sette idee da inseguire..

1) Immaginate di entrare in chiesa. L'emozione vi impedisce di cogliere uno particolare. Alle sedie dei testimoni ne sono state infatti aggiunte due. Solo a messa iniziata vi girate e scoprite che agli amici scelti si sono aggiunti a sorpresa Adriano Celentano e Claudia Mori. Niente di più ben augurante per un matrimonio che inizia che avere il benestare di coloro che hanno cantato la coppia più bella del mondo. Garanzia di un legame redditizio...

 

Celentano 1 1969 OLYCOM_MGTHUMB-BIG

 

2) Vi sposate in una bella chiesa di campagna. Poco distante c'è il set per un servizio fotografico. Non immaginate che sia quello che Steve McCurry sta realizzando per la nuova campagna di Lavazza. Il fotografo incuriosito mette il naso in chiesa per un momento di pausa. E scatta qualche foto magari dall'alto, dove c'è l'organista. Al ritorno dal viaggio di nozze vi vedete recapitare una fotografia da museo...

 

p4664-0065

 

3) Avete scelto di sposarvi in una chiesetta dalle parti di Portofino. Zona di vip. Ma quel giorno in vacanza ci sono Dolce e Gabbana. Che passano proprio mentre uscite di chiesa e tutti vi tirano il riso. Loro amano le spose, amano le famiglie e appena vedono questa sposa chiedono riservatamente informazioni. Il giorno dopo in albergo le fanno recapitare un fantastico mazzo di 1200 rose...

 

DolceGabbana

 

4) Vi sposate ad Arezzo, cerimonia in comune. Dopo che il sindaco ha letto la formula e voi avete messo le firme, da dietro un antico arazzo sbuca una voce che subito vi sembra  ben nota. Quando sentite che vi sta regalando il canto 33 del Paradiso, abbandonate ogni dubbio. C'è un Roberto Benigni personalizzato per voi.

 

benigni

 

5) Per il  vostro matrimonio avete scelto un bel paesino delle Langhe. È proprio il posto dove un certo Carlo Cracco si ritira per brevi periodi di stacco nella sua attività frenetica. Voi non lo immaginate, ma in stato di riposo Cracco si scopre in vena di generosità e di bizzarrie. Così s'informa dove avete deciso di festeggiare, e a sorpresa vi precede, insediandosi in cucina. Il pranzo di nozze non lo dimenticherete voi, e neanche gli altri commensali.

 

Carlo-Cracco-620x350

 

6) Amate la Toscana, e avete scelto per il vostro giorno più bello una chiesina dalle parti di Montalcino. Alla festa si mangia e si beve, ma ad un certo punto, come quella volta a Caana, il vino viene a mancare. Che si fa? Non c'è quel signore che trasforma l'acqua in nettare rosso, ma in cambio a fianco della trattoria c'è la Tenuta nuova Casanova di Neri. Un amico coraggioso e un po' impudente va a suonare. E viene premiato. Un po' commosso dalla storia il produttore del miglior Brunello che ci sia, gliene regala due scatole. Vino del 2010, l'annata migliore, da bere giusto giusto in questo 2015...

 

maxresdefault

 

7) Vi sposate in una chiesa di borgata a Roma. Matrimonio con pochi soldi, parrocchia di frontiera, parroco che ha accolto in canonica una famiglia di eritrei appena sbarcati. Siete ugualmente felici, ma al momento della predica accade qualcosa di imprevisto. Il parroco avvicina il microfono al suo cellulare, e si sente una voce ben nota: «Buongiorno». La voce è la sua, quella di Francesco. Pensate che si tratti della voce registrata, ad una guasconata affettuosa degli amici. Invece dopo il «buongiorno» non finisce lì. E parola dopo parola scopri che è proprio il Papa che sta facendo la predica per voi. Proprio lui, Francesco in collegamento...

 

Pope Francis

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter