Cronaca
privi delle etichette

Lenzuola, tovaglie e prodotti tessili non a norma: la Guardia di Finanza sequestra 69mila pezzi

I rappresentanti legali delle società sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Bergamo, rischiano una multa superiore a 65 mila euro

Lenzuola, tovaglie e prodotti tessili non a norma: la Guardia di Finanza sequestra 69mila pezzi
Cronaca Bergamo, 11 Novembre 2021 ore 09:15

Uno stock di circa 69 mila prodotti tessili a uso domestico come lenzuola, completi da letto, o tovaglie è stato sequestrato dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo, perché non a norma.

In particolare, lenzuola e altri tessuti non sarebbero stati conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale e dell’Unione Europea, risultando quindi potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori visto il loro utilizzo a stretto contatto con le persone. Ad esempio, erano sprovvisti delle etichette che riportano i dati identificativi sull’origine e sulla composizione delle merci.

I controlli hanno interessato due aziende bergamasche, che operano nel settore della produzione e del commercio all’ingrosso di prodotti tessili per la casa. Lo stock sarebbe stato immesso sul mercato al dettaglio grazie a catene di negozi, anche di supermercati.

I prodotti non conformi sono stati sequestrati in via amministrativa e i rappresentanti legali delle società sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Bergamo per le violazioni previste dal codice del consumo e dalla specifica normativa in tema di etichettatura. Rischiano una multa anche superiore a 65 mila euro.