Lo studio

L’impatto della Brebemi sul territorio: oltre un miliardo di investimenti e 3.700 posti di lavoro

Le ricadute positive della nuova autostrada riguardano non soltanto lo sviluppo del tessuto imprenditoriale e occupazione, ma anche la crescita del mercato immobiliare e una diminuzione degli incidenti e del traffico

L’impatto della Brebemi sul territorio: oltre un miliardo di investimenti e 3.700 posti di lavoro
08 Luglio 2020 ore 14:03

Oltre un miliardo di euro di investimenti e 3.700 posti di lavoro: si possono sintetizzare in queste cifre i benefici connessi alla realizzazione dell’autostrada A35 Brebemi a partire dal 2014 (anno di apertura della tratta). I dati, contenuti nello studio Agici, sono stati presentati oggi (mercoledì 8 luglio) nel corso di un webinair nel quale sono intervenuti Pietro Innocenti (amministratore delegato di Porsche Italia), Gianantonio Arnoldi (amministratore delegato di Cal Spa), Francesco Bettoni (presidente di A35 Brebemi Spa), Claudia Maria Terzi (assessore alla mobilità di Regione Lombardia) e il governatore Attilio Fontana.

 

L’analisi è un aggiornamento delle tematiche affrontate nel lavoro di ricerca elaborato a inizio 2019 che metteva in evidenza le ricadute positive per i territori in termini di sviluppo del tessuto imprenditoriale, occupazione, crescita del mercato immobiliare, minore inquinamento e congestione sulle strade. Allo stesso tempo emergeva una situazione ancora in divenire, per via del costante aumento dei flussi di traffico e dell’interesse di piccole e medie imprese o di grandi realtà all’acquisto di aree edificabili lungo la tratta autostradale.  Alla luce di questo, le stime degli impatti diretti e indiretti dell’A35 sono state aggiornate a un anno di distanza dall’ultima analisi, così da poter perfezionare anche la tendenza per gli anni futuri.

Nel complesso, si può dire che Brebemi ha confermato la propria capacità di attrazione per le imprese. Considerando il periodo che va dal 2014 al 2019, i benefici maggiormente significativi ottenuti sono:

  • 22 nuovi insediamenti produttivi, di cui 4 nel 2019 (corrispondenti ad una crescita del 22 per cento rispetto al periodo 2014-2018).
  • 3,2 milioni di metri quadrati di superfici acquistate e riqualificate, di cui 500mila nel 2019 (+19 per cento rispetto al periodo 2014-2018).
  • Oltre 1 miliardo di euro investiti, di cui 120 milioni nel 2019 (+13 per cento rispetto al periodo 2014-2018).
  • 710 nuovi dipendenti, di cui 100 assunti nel 2019 (+3 per cento rispetto al periodo 2014-2018). Nelle provincie di Brescia e Bergamo l’occupazione lavorativa è aumentata rispettivamente del 6,9 e del 7,6 per cento, cui si aggiunge la crescita degli avviamenti dei nuovi rapporti di lavoro del 15 e del 20 per cento.
  • 26,7 milioni di euro oneri di urbanizzazione incassati dai Comuni di cui 4 milioni nel 2019 (+19 per cento), cui si aggiungono 2 milioni di euro all’anno di Imu riscossa.
  • Crescita del 65 per cento nelle transazioni immobiliari sia residenziali sia produttive (+9 per cento nel 2019) e una crescita media del 5 per cento nel prezzo di quelli residenziali.

Inoltre, in questi sei anni di vita l’autostrada è passata dai circa 8mila veicoli teorici giornalieri medi iniziali ai 21.700 del 2019, con un saldo positivo del 170 per cento (nel 2019, i flussi di traffico sono aumentati dell’8 per cento a fronte della media nazionale dello 0,6 per cento).

«La A35 Brebemi attira investimenti ed investitori con un traffico in costante crescita che ha permesso di avere un concreto riscontro nel bilancio dello scorso anno, con un margine operativo lordo Ebitda di 59,8 milioni di euro e un risultato operativo Ebit di 48,7 milioni di euro, anch’essi in crescita rispetto all’esercizio precedente – ha commentato il presidente Francesco Bettoni -. Anche a gennaio, poco prima dell’emergenza sanitaria, la crescita del traffico segnava un +7,8 per cento, contro una media nazionale del 3,2. Gli investimenti recenti, in particolare il primo Porsche Experience Center italiano a Castrezzato, confermano questo trend, che ci permette di affermare quanto questo asse strategico sarà sempre più importante per il rilancio economico e sociale del Paese. Ciò è dimostrato anche dal nostro recente sviluppo societario con l’ingresso come azionista di maggioranza di Aleatica S.A.U., interamente controllata da IFM Global Infrastructure Fund gestito da IFM Investors, uno dei più importanti player a livello internazionale».

Complessivamente, la A35 ha generato benefici per un volume di circa 776 milioni di euro e, nello specifico:

  • 346 milioni per tempo risparmiato
  • 315 milioni come riduzione dei costi di trasporto
  • 98 milioni di minori emissioni di inquinanti e 10 milioni di minore inquinamento acustico
  • 6 milioni di diminuzione degli incidenti

Infine, per quanto riguarda il lo sviluppo del tessuto produttivo, il 2019 ha visto nuovi investimenti di Porsche Italia, Dole, Vercesi e Fluortecno. I tre insediamenti logistici di Finiper, Italtrans e Chromavis sono già stati completati, mentre partiranno in futuo i lavori di costruzione dei nuovi poli logistici di MD, Italtrans a Covo e Cbre.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia