Due belle parate di Gollini

Confermato: siamo da Champions

Confermato: siamo da Champions
Cronaca 10 Aprile 2019 ore 04:30

Qualche sofferenza stoppata da Gollini, una grandissima occasione in avvio di ripresa per uno 0-0 che nel complesso risulta meritato e decisamente prezioso. L’Atalanta, senza bomber Zapata squalificato, esce indenne da San Siro e strappa il pareggio all’Inter in un turno dove la Lazio si ferma con il Sassuolo e solo la Roma accorcia verso l’alto. Buonissima prova corale degli orobici che hanno sofferto il giusto senza mai dare l’impressione di essere in grande affanno, nonostante l’Inter si sia dimostrata in ripresa dopo le ultime uscite. Tutti promossi nella Dea tranne il solito Barrow che nel finale dimostra un’altra volta l’approccio peggiore.

 

 

Scelte confermate per Gasperini rispetto alle previsioni della vigilia. Il prescelto per sostituire Zapata, dopo un paio di cambi nelle ultime 24 ore, è il croato Pasalic e le variazioni rispetto alla gara contro il Bologna sono tre: in difesa c’è Djimsiti, in mezzo al campo Castagne e in avanti il numero 88 ex Chelsea. L’attacco è affidato a Ilicic e Gomez, in mezzo al campo giocano de Roon e Freuler con Gollini, Palomino, Mancini e Hateboer a completare lo schieramento. Nell’Inter, Spalletti sceglie gli stessi uomini della gara di andata con Icardi (fischiato alla lettura delle formazioni) a guidare l’attacco. Giornata coperta, bel colpo d’occhio di San Siro con 2.700 ospiti bergamaschi nel settore e almeno altri 5-600 atalantini sparsi in altri settori dello stadio.

 

 

Avvio di gara complicato per i bergamaschi, l’Inter pigia subito sull’acceleratore e al 3’ arriva pure il gol del vantaggio firmato Vecino, ma la bandierina di Lo Cicero si alza e blocca tutto per un fuorigioco netto di D’Ambrosio. Al 7’ Asamoah mette dentro un pallone pericoloso con Djimsiti che in spaccata libera l’area, al 9’ Icardi appoggia per Vecino che costringe Gollini in angolo e la fase di pressione meneghina si chiude con un bel destro di Ilicic (10’) rimpallato da Skriniar.

Dal quarto d’ora in avanti la spinta dei padroni di casa cala vistosamente, l’Atalanta inizia a tessere la sua solita tela e fino al 28’ succede davvero pochino: Gomez e Pasalic combinano bene, ma sul secondo palo Hateboer è in ritardo e non chiude verso la porta. Al 29’ Castagne serve Pasalic che conclude alto, il neo entrato Nainggolan al 31’ serve dentro per Icardi che si presenta da solo davanti a Gollini ma non riesce a superarlo grazie all’ottimo intervento del portiere atalantino che copre lo specchio e salva lo 0-0. L’occasione più pericolosa dei bergamaschi arriva al 40’, Ilicic serve Gomez che mette in mezzo di prima, Castagne sul secondo palo cerca la porta, ma riesce solo a crossare di nuovo con Skriniar che mette in angolo senza grande pressione. L’ultima occasione del primo tempo è di Politano, il numero 16 dell’Inter prima viene rimpallato da Palomino e poi bloccato da Gollini con le squadre che vanno al riposo sul risultato a occhiali.

 

 

A inizio ripresa i nerazzurri costruiscono la miglior occasione dell’intera partita: Ilicic scappa in profondità (48’) e, dopo un rimpallo vinto, mette dentro un pallone spettacolare che Gomez sul secondo palo riesce solo a sfiorare a meno di un metro dalla riga di porta. Al 55’ Gomez ci riprova su punizione ma la palla finisce alta e dopo l’ingresso di Masiello per Palomino serve una bella parata di Gollini su Nainggolan (72’) per salvare ancora il risultato.

Al 74’ Gasperini inserisce Barrow per Pasalic con il chiaro intento di cercare la vittoria ma il gambiano ancora una volga delude per l’approccio e dopo un bel salvataggio in area di Castagne (85’, stava arrivando Perisic per il tocco vincente) i tre minuti di recupero scorrono senza particolari intoppi e l’Atalanta strappa un preziosissimo 0-0 in trasferta che le permette di muovere ancora la classifica. A quota 52 i bergamaschi hanno agguantato il Milan e, pur essendo in svantaggio nello scontro diretto, già nel prossimo turno potrebbe succedere qualcosa di interessante: Milan–Lazio e Atalanta–Empoli, visto anche il pareggio della squadra di Inzaghi contro il Sassuolo, sono due sfide di altissimo livello con la Dea che continua ad essere padrona del proprio destino.

 

 

Inter-Atalanta 0-0

Inter (4-2-3-1): Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Asamoah, Vecino, Gagliardini (66’ B. Valero), Politano (77’ Keita), Brozovic (23’ Nainggolan), Perisic, Icardi. All. Spalletti.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini, Mancini, Djimsiti, Palomino (61’ Masiello), Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne, Pasalic (74’ Barrow), Gomez, Ilicic (82’ Pessina). All. Gasperini

Arbitro: Irrati di Pistoia (Lo Cicero e Marrazzo; Maresca; Rocchi e Di Liberatore).

Ammoniti: 2’ Gollini (A), 63’ Mancini (A), 73’ Politano (A)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità