Appello a Fontana

Anche Ascom e Confesercenti chiedono «una deroga sulle chiusure a Bergamo»

Secondo i presidenti Giovanni Zambonelli e Antonio Terzi «non sussiste in provincia uno scenario di massima gravità così come stabilito per la zona rossa»

Anche Ascom e Confesercenti chiedono «una deroga sulle chiusure a Bergamo»
05 Novembre 2020 ore 16:21

«I dati sulla curva epidemiologica della nostra provincia evidenziano che non sussiste uno scenario di massima gravità così come stabilito per la zona rossa individuata dall’ordinanza del Ministro della Salute. Le imprese della nostra provincia, come da studi elaborati da numerosi soggetti accreditati, hanno già subito danni economici pesanti e più gravi rispetto agli altri territori lombardi». Per questa ragione i presidenti di Ascom Confcommercio Bergamo e di Confesercenti Bergamo, Giovanni Zambonelli e Antonio Terzi, hanno avanzato la richiesta di una deroga per le attività commerciali e della ristorazione bergamasche.

L’appello è contenuto in una lettera inviata al presidente regionale Attilio Fontana e, in copia, agli assessori Lara Magoni e Claudia Terzi e ai consiglieri regionali bergamaschi. Nello specifico i presidenti delle associazioni di categoria chiedono che venga applicato l’articolo 3 comma 2 del nuovo Dpcm, che prevede l’esenzione delle limitazioni anche a singole porzioni del territorio regionale. Nel provvedimento governativo, infatti, si legge: «con ordinanza del Ministero della Salute, d’intesa con il presidente della Regione interessata, può essere prevista, in relazione a specifiche parti del territorio, in ragione dell’andamento del rischio epidemiologico, l’esenzione dell’applicazione delle misure contenute di cui al comma 4».

Nel merito è però intervenuto il governatore lombardo, specificando che «L’ordinanza firmata ieri dal Ministro Speranza ha decretato la zona rossa su tutto il territorio regionale senza alcuna possibilità di deroga. Solo successivamente, dopo almeno due settimane sulla scorta dell’evoluzione della situazione è possibile per i presidenti di Regione chiedere delle misure di allentamento per determinati territori».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia