Cronaca
in tribunale

L'ultimo processo del pm Carmen Pugliese

Dopo 41 anni di magistratura, il pm dal 1° febbraio andrà in pensione

L'ultimo processo del pm Carmen Pugliese
Cronaca Bergamo, 08 Gennaio 2020 ore 07:35

Il pm Carmen Pugliese va in pensione. La data ufficiale è fissata il prossimo 1° febbraio, ma ieri per lei è stata una delle ultime udienze in Tribunale. Ed è stato un processo di quelli per cui si è battuta tutta la vita: vale a dire il rispetto delle persone più deboli.

Nel caso di ieri (martedì 7 gennaio) la questione era di quelle aberranti: si è trattato di giudicare uno zio accusato di abusi sulla nipotina, alla quale nessuno voleva dare credito in seguito alle sue denunce. Carmen Pugliese ha trascorso 41 anni da magistrato e ieri ha messo il sigillo con l'ultima richiesta di condanna. Per un uomo di 45 anni, residente in un paese della pianura bergamasca ha proposto 14 anni di reclusione. I fatti si sono svolti tra il 2012 e il 2016 quando la bambina aveva nove anni e i maltrattamenti sono durati fino ai tredici.

L'uomo fu arrestato nel 2018, quando la ragazzina, finita in caserma per un abuso subito a Milano, raccontò ai poliziotti anche dei fatti subiti dallo zio. Il pm Pugliese ha avuto modo di indignarsi durante il processo quando ha saputo che i familiari avevano accompagnato la ragazzina in caserma dove avrebbe dovuto ritrattare. Cosa poi non accaduta. La ragazza, al contrario, aveva confermato i fatti.

Per il pm Pugliese, questo «è un fatto gravissimo, perché anche in sede processuale si è voluto far passare la vittima come una bugiarda». Ora il processo continuerà con la prossima udienza, fissata il 22 gennaio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter