evitare assembramenti agli uffici

Lunedì arrivano le pensioni. Meglio riscuotere al Postamat

Lunedì arrivano le pensioni. Meglio riscuotere al Postamat
01 Marzo 2020 ore 07:31

Domani, lunedì 2 marzo, sarà giorno di accreditamento delle pensioni. Nella normalità vi è ancora un nutrito esercito di pensionati che passa a riscuotere il dovuto agli uffici postali. Ed è proprio questo il punto. Questi non sono giorni di normalità. E la Cisl si sta preoccupando di capire come le Poste abbiano pensato di agire rispetto agli “assembramenti” negli uffici delle zone, che come Bergamo, sarebbero da evitare come da ordinanza regionale. Poste italiane informa che su tutto il territorio nazionale i titolari di un conto BancoPosta, di un libretto di risparmio o di una Postepay Evolution, possono richiedere gratuitamente l’accredito della pensione. Infine i possessori di carta Postamat, di Carta Libretto e di Postepay Evolution, che hanno già scelto l’accredito della pensione, possono prelevare i contanti ai Postamat.

«In questa situazione di emergenza, però – sottolinea Caterina Delasa segretaria generale Fnp Cisl -, vanno tenute presenti anche le condizioni di quei numerosi pensionati a basso reddito che ritirano la pensione in contanti e non si sono ancora attrezzati per altro tipo di pagamento. Sono soprattutto i più anziani e per loro vanno studiate azioni utili a limitare le possibilità di contagio che, come si è visto in questi giorni, vede proprio gli anziani tra gli obiettivi più sensibili». Poste Italiane comunica che a partire da lunedì 2 marzo le pensioni del mese di marzo saranno messe in pagamento anche nei cinque uffici postali a Codogno, Casalpusterlengo, Castiglione d’Adda, San Fiorano in provincia di Lodi e Vo’ Euganeo in provincia di Padova. E a tutti gli utenti è stata indicata la modalità elettronica.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia