Cronaca
la signora dei mattoncini lego

Lutto in Pignolo per la morte di Beatrice Da Ros, anima de “La Città del Mattoncino”

Insieme al marito gestiva il negozio in piazzetta Santo Spirito dedicato ai Lego. Per ricordarla, in chiesa, verrà realizzato con i mattoncini colorati un albero di Natale

Lutto in Pignolo per la morte di Beatrice Da Ros, anima de “La Città del Mattoncino”
Cronaca Bergamo, 24 Novembre 2021 ore 12:26

Chiunque passeggiasse per via Pignolo, non poteva fare a meno di fermarsi e prendersi qualche attimo di pausa per ammirare le navi da crociera, le ruote panoramiche o le altre creazioni in Lego esposte nella vetrina de “La Città del Mattoncino”.

Merito della creatività di Beatrice Da Ros e del marito Pierluigi Cervati che, insieme, dal 2014 gestiscono il negozio dedicato all’universo targato Lego all’angolo con piazzetta Santo Spirito, accanto alla chiesa.

Per ricordare Beatrice, morta nei giorni scorsi all’età di 40 anni, verrà realizzato proprio nella chiesa di Santo Spirito un grande albero di Natale, costruito assemblando i mattoncini colorati. Beatrice è deceduta a causa di alcuni problemi di salute che l’hanno accompagnata fin da piccola, ma che non le hanno impedito di affrontare le difficoltà con il sorriso e di coronare il sogno di far nascere il negozio e condividere l’attività lavorativa con il marito.

Negli anni “La Città del Mattoncino” si era affermata come punto di riferimento non soltanto tra i collezionisti, ma anche tra gli appassionati dei Lego, grandi e piccini. In tanti, semplici cittadini o associazioni, hanno manifestato il proprio cordoglio per la morte di Beatrice.

«Vogliamo ricordare Beatrice con questa foto – ha scritto su Facebook l’associazione culturale Bergomix -, scattata in occasione di una delle prime edizioni di "Mattoncini a Bergamo", dove ha posato con i nostri cosplayers di supereroi. Un'occasione di festa ed allegria, di sorrisi e di passione, che non dimenticheremo mai».

«Un grande grazie a tutti per l'affetto che ci avete dimostrato in questi giorni difficili – si legge invece sulla pagina social de “La Città del Mattoncino” -. La nostra amata Beatrice e la sua coinvolgente allegria saranno sempre nei nostri cuori».