Cronaca
La tragedia

Malore mentre va in bici, morto pensionato sessantenne alla Roncola di Treviolo

Il fatto ieri pomeriggio (1 agosto) intorno alle 17. La vittima, Luigi Piazzalunga, era molto nota in paese. Hanno tentato di rianimarlo, invano

Malore mentre va in bici, morto pensionato sessantenne alla Roncola di Treviolo
Cronaca Treviolo e Lallio, 02 Agosto 2022 ore 14:55

La comunità della Roncola di Treviolo è scossa dalla morte improvvisa di Luigi Piazzalunga, pensionato sessantenne colpito nel pomeriggio di ieri (lunedì 1agosto), intorno alle ore 17, da un malore fatale mentre era in bici.

L’uomo stava percorrendo la ciclopedonale lungo la frazione del Comune bergamasco quando all’improvviso, arrivato vicino a un campo, è caduto a terra destando la preoccupazione dei passanti. Quando ci si è resi conto che stava male, si è cercato subito di aiutarlo e dal bar dell’Unione Sportiva Roncola, dopo aver allertato il 112, sono arrivati i gestori con defibrillatore e i volontari abilitati hanno tentato di rianimarlo, invano.

Nel frattempo, dall’ospedale Papa Giovanni erano arrivate un’automedica e un’ambulanza della Croce Bianca: i sanitari hanno provato a loro volta, per circa un’ora, a salvare l’anziano, ma alla fine non c’era più nulla da fare e hanno dovuto constatarne il decesso. Sul posto c’erano anche i Carabinieri di Ponte San Pietro e Curno, i quali hanno effettuato i dovuti accertamenti e, dopo il consenso del magistrato incaricato, hanno autorizzato la rimozione del corpo.

Piazzalunga era sposato con la moglie Barbara e aveva un figlio. Abitava a poche centinaia di metri dagli impianti sportivi di Treviolo ed era conosciuto da molti in paese. Aveva lavorato per diversi anni come attrezzista in una ditta di Zingonia e da un anno si stava godendo la meritata pensione. Era anche noto nell’ambito sportivo, poiché aveva allenato per diversi anni i giovani del vivaio della società calcistica locale. La camera ardente è stata allestita nell’abitazione della famiglia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter