Cronaca
Bufera

Maltempo a Bergamo, colpita soprattutto la Val Cavallina

Decine le chiamate ai Vigili del fuoco, scoperchiata parte del tetto dell’ospedale di Trescore. Danni anche in altre zone della provincia

Maltempo a Bergamo, colpita soprattutto la Val Cavallina
Cronaca 25 Maggio 2022 ore 12:06

Come c’era da aspettarsi, con l’avvicinarsi della stagione calda sono arrivate anche le prime bombe d’acqua: la prima c’è stata ieri sera (martedì 24 maggio) ed ha interessato varie zone della nostra provincia, colpendo però soprattutto i comuni della Val Cavallina. I temporali, iniziati intorno alle 19, sono stati accompagnati da forte vento e grandine e in circa un’ora hanno causato ingenti danni e costretto i cittadini a decine di chiamate ai vigili del fuoco.

I danni in Val Cavallina

L’episodio più eclatante è stato a Trescore Balneario, dove il maltempo ha provocato lo scoperchiamento di parte del tetto dell’ospedale Sant’Isidoro. Parte delle lamiere sono finite sul lato della struttura in via Ospedale, un’altra è finita nel cortile e un’ultima in strada, ma fortunatamente non ci sono stati né vittime né feriti. Un tratto di recinzione è stato inoltre danneggiato dal forte vento. Sul posto sono giunti carabinieri, protezione civile e i vigili del fuoco di Bergamo con un’autoscala. La strada in cui era caduto uno dei pezzi del tetto è stata inoltre chiusa temporaneamente al traffico per essere messa in sicurezza. Danni anche alla Macina di Trescore ed a Entratico, così come a Vallesse e al Colle, con diverse piante cadute in strada e le autorità attivate per rimuoverle. A Cenate Sotto, lungo la provinciale 65, un tombino a causa del sovraccarico della rete fognaria è saltato riversando un’ingente quantità d’acqua in strada, mentre nello stesso comune è stato necessario rimuovere una pianta nel giardino della casa di riposo, che si era inclinata in maniera preoccupante sempre per le forti raffiche. A Grone la strada per San Fermo è rimasta bloccata per diverso tempo a causa di alcuni alberi caduti ed anche la zona dei laghi ha avuto problemi, in particolare nei comuni di Endine Gaiano, Ranzanico, Spinone al Lago e Sarnico, dove dei rami sono piombati sulle auto parcheggiate.

3 foto Sfoglia la gallery

I disagi nel resto della provincia

Il fenomeno meteorologico non ha comunque risparmiato le altre zone della Bergamasca: a Seriate infatti il sottopasso di via Marconi si è allagato e la circolazione dei veicoli è stata interrotta, mentre nella Bassa a Treviglio (in via XX Settembre) e Villongo altre piante sono state sradicate dalla forza del vento. Numerose le chiamate di persone rimaste bloccate nei sottopassi allagati o per gli scantinati della abitazioni riempitisi di acqua. In varie aree i cavi elettrici sono stati tranciati, causando guasti e black out.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter