Violenza

Massacrano un tabaccaio per il Rolex da 50mila euro, arrestati tre giovani che vivono a Bergamo

La rapina l'8 marzo scorso a Milano: l'uomo, preso a calci e pugni, è finito in ospedale con un trama cranico facciale e fratture al viso

Pubblicato:
Aggiornato:

I protagonisti sono un serbo, un brasiliano e un italiano, ma la vicenda non ha niente da spartire con una barzelletta. Vivono nella Bergamasca, ma sono dei trasfertisti del crimine. Lo scorso 8 marzo hanno massacrato a calci e pugni, anche mentre era a terra, un tabaccaio in via Paolo da Cannobio, pieno centro di Milano. Il tutto per un orologio.

Arrestati

I tre ragazzi sono stati arrestati dalla polizia in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di rapina aggravata e lesioni aggravate perché sospettati di essere gli autori, appunto, di quella violenta rapina. Vittima un uomo di 59 anni, titolare di una tabaccheria, aggredito fuori dal suo locale. Il branco gli aveva strappato un Rolex Daytona dal valore di 50mila euro e aveva fatto perdere le proprie tracce.

Le telecamere

Analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza, e le banche dati della polizia, gli agenti della squadra mobile sono però riusciti a risalire ai tre. I rapinatori sono stati incastrati grazie agli abiti che indossavano al momento del raid e ad alcuni dettagli della fisionomia. Dopo l'aggressione il tabaccaio era finito al pronto soccorso del Policlinico dove gli erano stati diagnosticati un trauma cranico facciale e fratture multiple al viso.

Commenti
Max

questi non sanno nemmeno leggere...

Padelù

Allora ho ragione di dire che il gen.Vannacci ha ragione nel dire che gli stranieri nati in Italia NON sono italiani...PUNTO!!! Io voto Vannacci perchè sono italiano al 100%..

Prima Bergamo

Gentile Aurora, evidentemente sta facendo confusione con un altro portale di informazioni. Noi abbiamo specificato fin dal principio che "vivono" a Bergamo, non sono bergamaschi, e le rispettive nazionalità dei tre.

Aurora

Basta chiamare italiani gli stranieri, non lo saranno mai! Sono STRANIERI RESIDENTI in ITALIA! E giornalisti che se sono stranieri omettono di dirlo, ma ormai lo sappiamo se non c'è la nazionalità sono stranieri, se commettono reati sono stranieri...e tra qualche anno i nostri ragazzi saranno tutti addestrati a delinquere con questo bell'esempio

Valter

Chissa perchè in Italia ormai ogni qualvolta che avvengono fatti crimonosi si riscontra sempre una considerevole partecipazione di stranieri, extracomunitari e/o clandestini. Ricordiamoci bene chi ci ha sempre predicato che l'accoglienza era importante e che questi individui saranno le nostre "risorse". Ad oggi sono solo problemi per i Carabinieri, Polizia, Forze dell'Ordine e soprattutto per la gente comune che gira per le città senza scorta.

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali