il commento

Salvini contro la procura di Bergamo: «Indegno convocare Fontana. Perché non il premier?»

Il leader della Lega, su Twitter e a Rai News 24, attacca i magistrati del capoluogo orobico per aver chiesto al governatore lombardo di fare luce sui fatti dell'ospedale di Alzano e della mancata zona rossa

Salvini contro la procura di Bergamo: «Indegno convocare Fontana. Perché non il premier?»
Bergamo, 29 Maggio 2020 ore 11:09

«Invece di permettere a medici e governatori di lavorare, si fa perder loro tempo convocandoli in procura». Il leader della Lega Matteo Salvini prende le difese del presidente regionale Attilio Fontana, convocato questa mattina (venerdì 29 maggio) in procura a Bergamo come persona informata sui fatti nell’ambito dell’inchiesta riguardante la gestione dell’emergenza Covid in Lombardia. Il governatore lombardo è arrivato a Bergamo intorno alle 9.30 e non ha rilasciato alcuna dichiarazione ai cronisti.

Intervenuto in diretta a Rai News 24 Salvini ha ribadito di ritenere «indegno convocare Fontana in procura, da cittadino preferirei che il mio governatore fosse in ufficio a risolvere i problemi che ci sono e non a ripetere le stesse cose dette tante volte».

Il leader del Carroccio, sul proprio profilo Twitter, ha poi rilanciato: «A questo punto perché non convocare il premier? Zona rossa era competenza dello Stato. Mi piacerebbe si lasciasse la stessa serenità anche ad altri».

I bergamaschi, invece, gradirebbero (per usare un eufemismo) che venissero accertate le eventuali responsabilità in merito alla riapertura del pronto soccorso dell’ospedale di Alzano Lombardo il 23 febbraio, all’elevato numero di morti nelle Rsa e alla mancata istituzione della zona rossa ad Alzano e Nembro a inizio marzo. Punti sui quali stanno cercando di fare chiarezza i magistrati.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia