La presentazione di Tim Cook

In che senso l’Apple Watch modificherà le nostre vite

In che senso l’Apple Watch modificherà le nostre vite
09 Marzo 2015 ore 12:20

L’Apple Event dedicato all’AppleWatch è appena finito. Si è svolto in tre parti.

Nella prima è stata presentata un’app medicale per iPhone. Si tratta di uno strumento che non serve semplicemente a monitorare i pazienti di Asma e Pakinson e a seguire le donne in gravidanza. È stata realizzata in collaborazione con università e istituzioni di tutti i continenti e consente – a chi lo desidera – di dialogare con medici e laboratori per essere aiutati in situazioni critiche e inviare i propri dati ai ricercatori collaborando così allo sviluppo delle terapie e dei metodi di diagnosi. Se vuole, abbiamo detto. È stato mostrato il modo con cui si può individuare il procedere di una malattia neurologica premendo alternativamente l’indice e il medio di una mano sullo schermo dell’iPhone e poi continuando a dire aaaaa per un certo tempo. Analizzando i risultati del vocalizzo e del tamburellare i medici dall’altra parte sono in grado di dire praticamente tutto sullo stato di salute dell’interessato. Il tutto, ovviamente, in condizioni di privacy blindata.

8 foto Sfoglia la gallery

Parte seconda, un nuovo notebook. Alto 13.1 mm e di peso inferiore al chilo è quel che si dice una meraviglia della tecnica. I tasti sono morbidissimi grazie ad un nuovo meccanismo a farfalla, il touchpad è regolabile – chi lo preferisce molto reattivo l’avrà reattivo, chi lo vuole soffice lo regolerà sul soffice. Lo schermo (Retina da 12 pollici) è brillantissimo e con una risoluzione spaventosa: 2304 x 1440, che vuol dire oltre tremilioni di pixel . La batteria, di nuova concezione, dura un’intera giornata. Il nuovo MacBook ha un’unica porta di comunicazione che riassume in sé tutte quelle attualmente in uso e permette la comunicazione con qualsiasi altro dispositivo, dallo smartphone alla televisione. Ovvio che se uno preferisce comunicare wireless è libero di farlo. Il tutto a partire da 1299 dollari, che in questi giorni significa anche euro.

8 foto Sfoglia la gallery

L’AppleWatch. Mentre le presentazioni precedenti erano state affidate ai responsabili dei due progetti, nella terza Tim Cook, ceo di Apple ha voluto riservarsi tutto il piacere di spiegare al mondo questo nuovo strumento incredibile (lo aveva già detto in precedenza, che ci saremmo stupiti quando lo avremmo visto. Ed oggi è accaduto) che supera le possibilità di Mago Merlino nella Spada nella Roccia. Ricordate che al momento di prendere in carico l’educazione di Semola, cioè il prossimo Re Artu, Merlino “zippa” tutta la sua casa (teiera, libri, posate, strumenti scientifici e quant’altro) nella propria borsa, per poterla trasportare nella nuova destinazione. L’AppleWatch fa più di questo, perché non solo miniaturizza una serie di funzioni superiore a quella di numerosi altri dispositivi messi insieme, ma consente altresì di entrare in relazione col mondo intero semplicemente toccando il quadrante, o girando una rotellina, o addirittura a voce.

Non c’è cosa che non si possa fare con questo aggeggio. Si vuole essere informati sul volo che si è prenotato, in modo da non sbagliare i tempi? si può farlo: MagoMerlino chiama il taxi, indica il gate, sostituisce il biglietto col fatto stesso di essere leggibile al controllo, paga gli acquisti al duty free, cos’altro fate quando prendete un aereo, lo fa.

Vostra figlia ha dimenticato di prendere le chiavi e non può entrare in casa? Vi chiama, e voi, o via voce o in modalità testo, come preferite, le aprite il cancello del box, date un’occhiata per accertarvi che non ci sia dentro nessuno, controllate che sia in casa e richiudete il cancello. Queste operazioni sono state mostrate nel corso della presentazione.

Volete mandare il disegno di un fiore ai vostri bambini? Lo disegnate col ditino sullo schermo e quello appare in tempo reale sull’orologino dei bambino. State correndo la maratona e avete bisogno di aggiornarvi sui tempi e lo sforzo che avete programmato? guardate l’orologino. Volete filmare i vostri amici rompicollo che fanno longboard con voi scendendo da Schilpario all’alba, quando non ci sono macchine? Potete farlo. Pensate di rimanere senza carica a forza di domandargli gli orari dei treni, di farvi una prevue del museo che vi apprestate a visitare, di inviare fiori e baci a vostra moglie? Niente paura: la carica dura un giorno cioè, ha precisato Tim Cook, 18 ore. Poi c’è una specie di stetoscopio grande come la batteria di un orologio, cioè piccolissimo, che si attacca alla presa di corrente e la mattina dopo si ricomincia. Con tutte queste applicazioni va a finire che però l’orologio non è tanto preciso. Non è esatto: ha uno scarto non superiore ai 50 millesimi di secondo rispetto al tempo universale standard.

Volete comperarlo? dovete aspettare il 10 aprile se vi recate in qualche paese importante (USA, Canada, Australia, …); l’Italia, come il paradiso, dovrà attendere un po’ di più. Il costo varia in relazione alle serie. La serie in alluminio è abbordabile (attorno ai 350 dollari). Quella in acciaio speciale lo è un po’ meno (tra i 500 e i 1000 dollari). Quella in oro, … ci vuole qualcosina in più (fino a 17.000). Ma i dati tecnici, questa volta, sono davvero trascurabili. Come ha detto il successore di Steve Jobs, questo prodotto non è uno strumento tecnologico: è l’alba di un modo nuovo di essere quello che siamo.

Ci pagano per questa pubblicità? No. Abbiamo seguito l’AppleEvent soltanto per verificare una vecchia idea che avevamo sulla tecnica. E ce la siamo confermata, nel senso che osservare i tre strumenti presentati oggi ci ha permesso di rilevare che essi non potranno esprimersi a pieno se non verranno modificati in maniera rilevante, nel frattempo, tanti altri particolari delle nostre vite: le chiavi di casa, i controlli video all’interno delle nostra abitazioni, gli strumenti di pagamento nei supermercati o negli alberghi, gli strumenti comunicativi a disposizione dei nostri amici e familiari, le forme di relazione tra la pubblica amministrazione e il cittadino. L’AppleWatch da oggi è in giro. Il resto accadrà, prima o poi.

16 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia