la novità

“PrenotaBergamo”, la web-app con cui prenotare qualsiasi servizio nei negozi e nei locali della città

La piattaforma è online da oggi (lunedì 8 giugno). L'obiettivo di Comune, VisitBergamo e Distretto Urbano del Commercio è di creare un sistema di commercio locale che sostenga gli esercenti

“PrenotaBergamo”, la web-app con cui prenotare qualsiasi servizio nei negozi e nei locali della città
Bergamo, 08 Giugno 2020 ore 12:38

di Federico Rota

Da oggi prenotare un tavolo al bar per l’aperitivo, una cena al ristorante, oppure un servizio in qualsiasi negozio della città sarà semplice, veloce e a portata di click. È online da stamattina (8 giugno) la web-app “PrenotaBergamo”, piattaforma che nelle intenzioni del Comune, di VisitBergamo e del Distretto Urbano del Commercio servirà a creare un sistema di commercio locale e a migliorarne la fruizione da parte dei clienti. «Crediamo sia uno strumento utile per sostenere i negozi di vicinato, a fronte anche delle limitazioni sul numero di ingressi alle attività commerciali – spiega il sindaco Giorgio Gori -.  Si tratta di un primo tassello, che fa parte di un progetto più ampio e ambizioso. Puntiamo a costruire una piattaforma digitale cittadina di e-commerce a cui collegare un servizio delivery. Stiamo lavorando in questa direzione, che speriamo si possa concretizzare entro settembre».

Utilizzare l’applicazione è facile e veloce: collegandosi al sito prenotabergamo.it si potrà selezionare la categoria del negozio nel quale cui si desidera fare un acquisto (la scelta spazia dai bar ai ristoranti, alle botteghe, ai negozi di abbigliamento). A questo punto compariranno su una mappa gli esercenti che hanno aderito all’iniziativa e si potrà selezionare giorno e orario della prenotazione e, nel caso si tratti di un bar o ristorante, anche il numero di posti a sedere. I clienti, dopo aver lasciato il proprio numero di cellulare, riceveranno un sms con un link per confermare la prenotazione. Terminata l’operazione, verrà rilasciato un Qr code da mostrare in loco. Inoltre la piattaforma, realizzata anche in lingua inglese per i turisti, include una funzione che consente di recuperare le prenotazioni ancora valide nel caso in cui andassero perse.

«Il servizio è gratuito e verrà messo a disposizione di tutte le attività commerciali, anche delle medie e grandi strutture – specifica l’amministratore delegato di VisitBergamo, Christophe Sanchez -. Invieremo una mail ai commercianti di Bergamo, nella quale troveranno le informazioni necessarie per registrarsi: potranno decidere gli orari di apertura, il tempo medio di permanenza nel negozio e il numero massimo di persone». Nel caso in cui i commercianti avessero difficoltà a configurare la propria attività, è disponibile il supporto dalle 9 alle 20 con un numero telefonico dedicato.

La piattaforma web nei prossimi giorni sarà ulteriormente sviluppata, fino a creare una vera e propria applicazione disponibile su tutti gli smartphone. «Quella che lanciamo oggi è solo una prima versione – prosegue Sanchez -. In futuro, nel caso si voglia andare al ristorante, sarà possibile prenotare, ordinare il menù che si desidera e pagare direttamente online. Il problema principale per i ristoratori, infatti, è la percentuale di clienti che prenotano e che non si presentano. In questo modo, pagando in anticipo una parte della prenotazione, crediamo di poter evitare questo problema. Se il mondo del commercio dovesse sostenere l’iniziativa, l’unico possibile costo che andremo a imputare agli esercenti sarà il prezzo dell’sms inviato (circa 4,5 centesimi di euro, ndr). Al momento siamo in una fase di sperimentazione e questo costo vivo è sostenuto da VisitBergamo».

La piattaforma è studiata anche per tenere conto del sistema di prenotazione “tradizionale”: nel caso in cui un gestore dovesse ricevere la chiamata di un cliente, potrà inserirla lui stesso nel sistema. «Ora più che mai è fondamentale ottimizzare le tempistiche per non perdere fatturato – commenta il presidente del Distretto Urbano del Commercio Nicola Viscardi -. Sembra una banalità, ma guadagnare tempo consente di lavorare al meglio. Partendo da questa piattaforma sarà possibile lavorare per sviluppare la digitalizzazione dei negozi cittadini e difenderli anche dall’e-commerce: il risultato che vogliamo raggiungere è un servizio che consente a un utente di visitare i negozi nella città, fare acquisti e vedersi consegnata la merce a casa». Infine, Palazzo Frizzoni punta a integrare questo sistema anche nella gestione dei servizi pubblici del Comune. «Si potrà, ad esempio, prenotare il proprio appuntamento per il rinnovo della carta d’identità – conclude il sindaco Gori -. Desideriamo creare uno strumento unico per la gestione dei servizi di tutta la città, sia pubblici sia privati».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia