in prima linea

Neodottoressa guarita all’Aquila: «Torno a Bergamo. Voglio dare una mano»

Chiara Bonini ha ottenuto l'abilitazione automatica alla professione e può buttarsi nella bagarre a combattere il Covid-19.

Neodottoressa guarita all’Aquila: «Torno a Bergamo. Voglio dare una mano»
Bergamo, 22 Marzo 2020 ore 08:37

Giovane medico, guarita dal Coronavirus vuole tornare a Bergamo per dare una mano. «C’è bisogno di medici – ha detto in un’intervista rilasciata ad AbruzzoWeb – e voglio dare il mio contributo». Chiara Bonini era stata ricoverata agli inizi di marzo all’ospedale San Salvatore all’Aquila dopo aver accusato i sintomi del Covid-19. La giovane 26enne, di Bergamo, si era trasferita a L’Aquila, dove aveva studiato negli ultimi sei anni e si era laureata. Il 28 febbraio avrebbe dovuto sostenere l’esame di abilitazione alla professione di medico, dopo aver conseguito la laurea. Ma proprio quel giorno sono accadute due cose: l’esame è saltato per via dell’emergenza Coronavirus estesa a tutta l’Italia, e poi perché ha saputo che il fidanzato era risultato positivo. Così si è messa in quarantena e ha avvisato le autorità sanitarie locali. All’insorgere della febbre è stata portata in ospedale per essere sottoposta al tampone, che ha avuto esito positivo. Di conseguenza è stata ricoverata. La giovane non è mai stata in condizioni critiche. Ha vissuto la malattia come un’influenza aggravata dalla perdita del gusto e dell’olfatto. Ora è guarita. Anche il secondo tampone è risultato negativo. Da qui la gran voglia di tornare a Bergamo per dare una mano alla sua terra in difficoltà. «La mia città è la più colpita – spiega -. La situazione è di grande emergenza, ci sono molti infetti e il numero dei decessi è molto alto. Ora che sono guarita sento l’esigenza di mettermi a disposizione». Un po’ di paura c’è. «Comunque, ho gli anti-corpi e anche se non si conosce molto di questo virus, dovrei avere una forma più lieve se dovessi essere contagiata di nuovo». Ovviamente c’è anche tanta voglia di rivedere la sua famiglia che sinora ha potuto sentire solo per telefono. Anche per il fidanzato, un medico di Brescia, le notizie sono buone. Chiara Bonini, ha ottenuto l’abilitazione automatica alla professione mentre era in isolamento, e ha ricevuto una proposta di lavoro subito dopo essersi iscritta all’Ordine dei medici della provincia di Bergamo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia