Urgnano

"No mask" importuna i passanti: il video dell’intervento dei carabinieri in strada

Già noto alla comunità per il suo atteggiamento "verbalmente aggressivo", ha esagerato ed è stato portato via in manette

Cronaca 02 Aprile 2021 ore 23:57

Attimi di tensione sabato 27 marzo mattina in via Matteotti ad Urgnano. I carabinieri della stazione locale sono dovuti intervenire per fermare un “no mask” che, per l’ennesima volta, stava importunando i passanti, come riporta il Giornale di Treviglio.

No mask fermato in strada

L’uomo fermato dai militari è un urgnanese, noto in paese per essere un cosiddetto “no mask”, contrario alle disposizioni imposte per il controllo della pandemia da Covid-19 e in particolare particolarmente “riluttante”, per usare un eufemismo, all’uso della mascherina. Che pure, va ricordato, è uno degli strumenti più utili per fermare i droplet di saliva che fanno da vettori al virus.

Non ha mai rispettato le norme anti-contagio

L’urgnanese era già noto alla comunità per il suo atteggiamento “verbalmente aggressivo”, nei confronti di chi, invece, come la stragrande maggioranza degli urgnanesi, le regole relative al distanziamento sociale le rispetta fin dallo scorso marzo. Uno dei primi casi di molestia pubblica, risale allo scorso settembre, quando l’uomo, sprovvisto di mascherina, si era messo a discutere con alcune signore, mentre erano intente a pulire il sagrato della chiesa, in piazza Libertà.

Il precedente di Carnevale

La tesi del “no mask” era la seguente: chi rispetta le regole relative al distanziamento sociale sarebbe uno stupido, una persona sottomessa e schiacciata dal sistema. La situazione però si è aggravata a Carnevale di quest’anno. L’uomo ha iniziato a provocare maggiormente i compaesani, attraverso la videocamera del cellullare. L’intento era quello di fare domande ai passanti, riprendendoli con la videocam, portandoli così all’esasperazione.
I fatti di febbraio non sono passati inosservati, perché alcuni cittadini hanno voluto segnalare la vicenda al primo cittadino Efrem Epizoi, che a sua volta avrebbe comunicato ai carabinieri la presenza in paese di una situazione da tenere monitorata.

Sabato l’esagerazione in piazza

Sabato mattina, l’ennesima piazzata. L’uomo, che proveniva da piazza Libertà, stava percorrendo via Matteotti. Giunto all’”antica farmacia”, sprovvisto di mascherina, deve aver notato la lunga coda di persone pronte ad entrare in farmacia. E ha visto rosso. Ha “attaccato bottone” con un ragazzo, e telefono alla mano, ha iniziato a filmarlo, mentre continuava a porgli domande, esortandolo così a non seguire quanto previsto dalle norme anti-contagio.

La discussione è degenerata

Non contento, l’urgnanese avrebbe iniziato anche ad importunare un anziano che si trovava nei pressi dell’edicola, a pochi passi dalla farmacia. Poiché era divenuto ormai insistente, un parente dell’uomo – 80 anni, e quindi particolarmente a rischio – che si trovava nei pareggi ha deciso di intervenire, facendo cadere a terra il cellulare del “no mask” affinché la smettesse di riprendere le persone. Questo gesto avrebbe provocato la rabbia dell’urgnanese e da qui i toni si sono fatti più accesi.

Bloccato e portato via dai carabinieri

Alla fine, ad intervenire sono stati i militari della stazione di Urgnano, evidentemente chiamati da alcuni presenti, spaventati da quanto stava accadendo. L’uomo è stato fermato nel viale delle Rimembranze, ammanettato e portato via con non poca fatica, dopo aver tentato di opporre resistenza passiva all’arresto.