La tragedia

Non ce l’ha fatta il 48enne di Calusco che domenica ha rischiato di annegare nell’Adda

L'uomo, tratto in salvo in condizioni critiche ma ancora vivo, era stato ricoverato d'urgenza all'ospedale di Bergamo, dove le sue condizioni si sono aggravate

Non ce l’ha fatta il 48enne di Calusco che domenica ha rischiato di annegare nell’Adda
25 Agosto 2020 ore 10:00

Non ce l’ha fatta il cittadino marocchino di 48 anni, residente a Calusco, che nel tardo pomeriggio di domenica 23 agosto ha rischiato di annegare a Fara Gera d’Adda. La notizia è stata resa nota da PrimaLaMartesana.

Il 48enne è stato “ripescato” nella serata di domenica dai soccorritori in gravi condizioni, ma ancora vivo. Secondo quanto ricostruito, l’uomo si trovava in compagnia di un amico nelle acque dell’Adda a Cassano, quando i due si sono trovati improvvisamente in difficoltà. Uno è stato tratto in salvo sulla sponda cassanese del fiume, mentre l’altro è stato trascinato fino a Fara Gera d’Adda.

Sul posto sono intervenuti un gran numero di mezzi di soccorso, tra cui i carabinieri di Verdello, di Zingonia e i vigili del fuoco di Treviglio e i sommozzatori, che hanno trovato il 48enne marocchino dopo essere rimasto in acqua per 25 minuti. L’uomo è stato rianimato sul posto, poi è stato trasferito d’urgenza con l’elisoccorso all’ospedale di Bergamo. Si tratta della seconda vittima che ha perso la vita nel fiume lo scorso fine settimana. Il giorno precedente, infatti, anche un uomo di 52 anni residente a Segrate era annegato a Cassano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia