Denunciato

Non si ferma all'alt dei carabinieri e fugge per 30 chilometri. Poi si ribalta a Endine Gaiano

Una corsa folle, terminata all'altezza della rotonda di Piangaiano. Alla guida del Suv in fuga un 31enne, ricoverato in gravi condizioni

Non si ferma all'alt dei carabinieri e fugge per 30 chilometri. Poi si ribalta a Endine Gaiano
Pubblicato:
Aggiornato:

Ha ignorato "l'alt" delle forze dell'ordine, fuggendo a gran velocità lungo la strada statale 42 in Valle Camonica, nel Bresciano. Una corsa folle terminata a Endine Gaiano, dove l'auto si è ribaltata all'altezza della rotonda di Piangaiano.

È accaduto nella serata di ieri, venerdì 5 luglio, attorno alle 23.40. Ferito il conducente, un uomo di 31 anni, che è stato soccorso in codice rosso e trasportato d'urgenza all'ospedale di Bergamo.

Secondo quanto riporta il quotidiano Brescia Today, le sue condizioni sarebbero gravi ma non critiche, come invece si temeva in un primo momento, dunque il giovane non sarebbe in pericolo di vita.

Inseguito per oltre 30 chilometri

Stando alla prima ricostruzione dei fatti, il 31enne viaggiava, a quanto riferito a velocità sostenuta, a bordo di un Suv, quando i carabinieri di Breno, in provincia di Brescia, hanno tentato di fermarlo al posto di blocco.

Il giovane, tuttavia, anziché frenare ha premuto ancor più sull'acceleratore, fuggendo ai controlli. Ne è quindi nato un inseguimento, che è proseguito per oltre trenta chilometri lungo la Statale 42 in Valle Camonica.

Raggiunta la Bergamasca, più precisamente alla rotonda di Piangaiano in territorio di Endine Gaiano, il guidatore ha perso il controllo del mezzo, ribaltandosi e terminando la fuga.

Ora l'uomo è ricoverato in ospedale a Bergamo, ma per lui è scattata la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti
valter

Perche' i giornalisti spesso tralasciano di informare di che nazionalità sono coloro che non rispettano la Legge???

maria voutsen

Dispiace per il ragazzo che ha fatto una stupidaggine

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali