Cronaca
"piano lombardia"

Nuova rotatoria al Bolognini e scuola Battisti "rinnovata": da Regione 1,5 milioni di euro a Seriate

Le due opere pubbliche saranno realizzate nei prossimi due anni. Completa il pacchetto di aiuti anche un finanziamento di 350 mila euro che il Pirellone erogherà non al Comune ma al Parco del Serio per realizzare una pista ciclabile che collegherà la città a Pedrengo

Nuova rotatoria al Bolognini e scuola Battisti "rinnovata": da Regione 1,5 milioni di euro a Seriate
Cronaca Seriate, 09 Aprile 2021 ore 13:36

di Federico Rota

Riqualificazione della scuola elementare Cesare Battisti e costruzione di una nuova rotatoria per garantire maggiore sicurezza ai veicoli in uscita dall’ospedale Bolognini. Sono le due opere pubbliche che il Comune di Seriate realizzerà entro il 2022 grazie ad un finanziamento di 1,5 milioni di euro da parte di Regione Lombardia.

I contributi fanno parte del cosiddetto “Piano Lombardia” varato dal Pirellone (rifinanziato e portato da 3,5 a 4 miliardi di euro grazie all’approvazione dell’ultima legge di bilancio regionale) e sono così suddivisi: 1 milione di euro servirà per ultimare la messa in sicurezza e l’ammodernamento della scuola elementare, i restanti 500 mila euro per costruire la nuova rotonda in corrispondenza dell’incrocio tra via Paderno e via Partigiani.

«Il Piano Lombardia, voluto dal presidente Attilio Fontana, finanzierà due opere di primaria importanza per la città di Seriate – sottolinea l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi -. Questo fondo ha un duplice obiettivo: migliorare la qualità della vita dei residenti e contribuire al rilancio delle imprese locali. Abbiamo finanziato grandi e piccole opere infrastrutturali o viarie, interventi che in alcuni casi erano contenuti da anni nei Pop (Piani delle opere pubbliche) degli enti locali ma che non era stato possibile attuare per mancanza delle coperture economico finanziarie. Nei sopralluoghi che ho effettuato in provincia ho parlato con le imprese che si sono aggiudicate i lavori, nella maggior parte dei casi bergamasche, e la soddisfazione di poter lavorare dopo mesi di restrizioni è palpabile».

Il progetto della rotatoria

Via Paderno è un crocevia di molte attività centrali sia per Seriate, sia per il territorio provinciale. Nelle sue vicinanze insistono infatti l’ospedale e il pronto soccorso, il municipio, il comando di polizia locale, la biblioteca, l’ufficio postale e l’istituto superiore Ettore Majorana. Ma anche la Fiera di Bergamo e l’Asse interurbano.

Realtà che impattano fortemente sulla viabilità che interessa un tratto di strada che collega due delle più grosse arterie cittadine sulle quali insistono i flussi viabilistici provenienti e diretti al capoluogo. «Grazie ai contributi regionali siamo riusciti a inserire nel Pop la realizzazione della nuova rotatoria per mettere in sicurezza l’uscita dall’ospedale Bolognini – spiega il sindaco Cristian Vezzoli -. Con le sole risorse comunali non saremmo stati in grado di costruirla. Il problema della messa in sicurezza dell’uscita dall’ospedale si è ripresentato in tutte le campagne elettorali degli ultimi anni».

Il progetto, ancora in fase di studio, regolamenterà e redistribuirà i flussi di traffico veicolare, ciclabile e pedonale. Durante i lavori, ad ogni modo, la viabilità sarà comunque garantita. «Ringrazio la Regione Lombardia per l’attenzione rivolta a Seriate e alle esigenze riguardanti la sicurezza e i servizi utili per la popolazione – aggiunge Francesco Locati, direttore generale dell’Asst Bergamo Est -. Parte integrante del progetto sarà anche il parziale spostamento della vasca antincendio e della cabina Enel, posti in corrispondenza della vasca esterna all’ospedale».

Inoltre, grazie a ulteriori fondi regionali e ministeriali, pari a 4,5 milioni di euro, sarà ampliata la palazzina del pronto soccorso, ribattezzata “palazzina Covid”: il pianoterra sarà pronto per l’estate. «Ad essa – specifica Locati - sarà aggiunto un primo livello con 8 posti per la terapia intensiva, che si aggiungeranno agli 8 attuali, e un secondo piano con una sala operatoria e un’area per la degenza».

La riqualificazione della Cesare Battisti

Le opere di manutenzione straordinaria verranno realizzate durante le vacanze estive per garantire il regolare svolgimento delle lezioni e garantendo la conservazione degli elementi storico architettonici dell’edificio, costruito nel 1932.

La riqualificazione è stata suddivisa in più lotti, per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro. Il primo lotto, finanziato da risorse comunali con un investimento di circa 700 mila euro, è ormai alle battute finali e ha interessato l’area esterna e il piano interrato. Sono già stati realizzati la vasca interrata collegata con il sistema idrico antincendio, una zona dedicata agli impianti nel locale deposito esistente, sostituite le porte e completata la riqualificazione energetica.

A giugno partiranno i lavori al primo piano e al pianterreno, mentre nel 2022 si interverrà sul secondo piano della scuola. «I fondi regionali sono stati determinanti per anticipare la fine dei lavori rispetto al cronoprogramma iniziale – osserva il sindaco Vezzoli -. Senza di essi la ristrutturazione sarebbe terminata non prima del 2024. In questo modo riusciamo ad anticiparne la fine di almeno un anno e destinare risorse ad altri interventi strategici per la città. La Cesare Battisti sarà completamente ammodernata, diventando un edificio sicuro, bello e funzionale».

Il progetto attuale prevede infatti la sostituzione e l’allargamento delle porte d’uscita al pianoterra per garantire le vie di fuga, la messa in sicurezza dell’edificio dal punto di vista sismico, della prevenzione incendi, dei fenomeni di sfondellamento e la riqualificazione energetica, oltre alla sistemazione dei rivestimenti interni.

Una pista ciclopedonale da Seriate a Pedrengo

Parte del pacchetto di contributi regionali è anche un finanziamento del valore di 350 mila euro che servirà per ultimare la pista ciclabile che collega la città a Pedrengo. I fondi, in questo caso, saranno erogati da Regione Lombardia non al Comune di Seriate ma direttamente al Parco del Serio, che si occuperà della progettazione e del completamento dei lavori.