Menu
Cerca
La grande opera

Nuovo elettrodotto, c’è l’ok per la linea che attraverserà la Bassa

Il ministero dello Sviluppo economico ha dato il via libera al nuovo elettrodotto a 380 kv Cassano-Chiari

Nuovo elettrodotto, c’è l’ok per la linea che attraverserà la Bassa
Cronaca 29 Dicembre 2020 ore 16:13

Il ministero dello Sviluppo economico ha dato il via libera al nuovo elettrodotto a 380 kv Cassano-Chiari che attraverserà le provincie di Milano, Bergamo e Brescia garantendo migliorie alla rete elettrica dell’intero Nord Italia. Attraverserà la est a ovest la Bassa bergamasca. Ne ha dato notizia PrimaLaMartesana.

Il via libera all’opera messa in campo da Terna fa seguito alla valutazione positiva di impatto ambientale da parte del ministero dell’Ambiente, all’ok della conferenza dei servizi e all’intesa con Regione Lombardia. La progettazione può dunque partire con Terna che ha annunciato l’apertura dei cantieri per il 2022.

Un investimento da 60 milioni di euro. L’intervento prevede la riqualificazione dell’esistente elettrodotto che passerà dagli attuali 220kv ai futuri 380kw. Una rete di circa 35 chilometri che collega Cassano d’Adda con Chiari, nel Bresciano. Un intervento dal costo complessivo di circa 60 milioni di euro. L’opera sarà realizzata in sinergia con Brebemi e percorrerà per circa il 60% il tracciato esistente interessando i comuni di Cassano d’Adda, Casirate d’Adda, Treviglio, Calvenzano, Caravaggio, Fornovo San Giovanni, Bariano, Romano di Lombardia, Covo, Antegnate, Calcio, Urago d’Oglio, Rudiano e Chiari.

Confronto con il territorio. L’autorizzazione del ministero è arrivata dopo i continui confronti anche con le Amministrazioni locali e con i cittadini che hanno potuto ricevere risposte e approfondimenti sugli interventi che avrebbero interessato i loro Comuni.