il report dei dati

Oggicomestai.it: il 98,6 per cento dei bergamaschi registrati non ha sintomi legati al Covid

La web-abb raccoglie oltre 87 mila profili consultabili. Da oggi la nuova interfaccia fornirà dati aggiornati ogni 24 ore sull'andamento dei sintomi nelle varie zone della provincia, gli ambiti più colpiti, il numero di persone che si spostano per lavoro e molto altro ancora

Oggicomestai.it: il 98,6 per cento dei bergamaschi registrati non ha sintomi legati al Covid
19 Novembre 2020 ore 11:30

A Bergamo il 98,6 per cento dei cittadini registrati sulla web-app oggicomestai.it non presenta alcun sintomo riconducibile al Covid. Un dato che certifica come oggi la nostra zona sia fortunatamente soltanto lambita dalla diffusione del contagio.

L’applicazione, sviluppata dall’Ats e da Palazzo Frizzoni con l’adesione del Consiglio di rappresentanza dei sindaci per conto degli altri 243 comuni della provincia per controllare l’evoluzione epidemiologica sul territorio, da oggi si arricchisce di una nuova sezione, grazie alla quale sarà possibile monitorare lo stato di salute degli oltre 87 mila profili consultabili. La nuova interfaccia, realizzata in collaborazione con l’agenzia InTwig, fornirà i dati aggiornati ogni 24 ore tra trend e andamenti dei sintomi nelle varie zone della provincia, gli ambiti più colpiti, il numero di persone che si spostano per lavoro e molto altro ancora (tutti i dati su oggicomestai.it/stats).

Ad esempio, ad oggi, solo il 2,6 per cento dei profili che hanno aggiornato i propri dati presentava sintomi riconducibili al Covid nelle ultime due settimane, l’1,3 per cento nell’ultimo mese e, soprattutto, il 94,6 per cento non ha presentato sintomi di recente, a dimostrazione di una situazione sotto controllo nella Bergamasca. Un trend che come se non bastasse appare in discesa negli ultimi 15 giorni, dopo il picco registrato a fine ottobre. Secondo le proiezioni l’ambito più colpito è ancora quello di Treviglio, con il 3,4 per cento della popolazione. Seguono l’Isola bergamasca (1,7 per cento), Dalmine (1,6 per cento), mentre l’ambito di Bergamo è al di sotto della media provinciale (1,4 per cento). Fanalino di coda proprio la Val Seriana con una proiezione dello 0,9 per cento della popolazione dell’intera area contagiata.

I sintomi più frequenti sono spossatezza, dolori muscolari e tosse, ma oltre il 20 per cento delle persone sintomatiche lamenta anche la perdita dell’olfatto, il 14,5 per cento del gusto e l’8 per cento problemi respiratori. Le fasce d’età più colpite dai contagi vanno dai 31 ai 60 anni, la più numerosa è quella tra i 41 e i 50 anni. Si stima che solo lo 0,7 per cento dei bergamaschi si sposti per lavoro in presenza di sintomi. Il 58,2 per cento (oltre l’8 per cento in meno rispetto a due settimane fa) si sposta abitualmente senza presentare alcun sintomo e il 39,1 per cento non registra alcuno spostamento e nessun sintomo. Risulta quindi fondamentale che gli utenti continuino ad aggiornare il proprio stato di salute anche nei prossimi giorni, in modo da fornire un quadro il più possibile rappresentativo dell’andamento del virus sul territorio provinciale.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia