Tragedia all’ospedale di Cremona

Operaio bergamasco muore travolto da 30 lastre d’acciaio

Claudio Malgarini, 60 anni, è di Fara Olivana con Sola. Il figlio Paolo è consigliere comunale. Gli mancava solo un anno alla pensione

Operaio bergamasco muore travolto da 30 lastre d’acciaio
17 Luglio 2020 ore 01:13

Infortunio mortale giovedì 16, verso le 17, all’ospedale di Cremona. Claudio Malgarini, operaio bergamasco (di Fara Olivana con Sola), 60enne, è stato travolto da 30 lastre d’acciaio (una tonnellata e mezza di peso) mentre era impegnato in un cantiere di una ditta esterna per l’isolamento del bunker del reparto di radioterapia e medicina nucleare. Sul posto, oltre ai soccorsi, anche i Vigili del Fuoco e la Polizia per gli opportuni accertamenti. Verifiche in corso anche da parte di Asst Cremona.

Pensione vicina. Gli mancava un anno alla pensione e quel cantiere all’ospedale Maggiore di Cremona, dove stava lavorando per conto di una ditta del Milanese, avrebbe dovuto essere una delle ultime sue grandi fatiche prima dell’agognato ritiro. Invece le lastre staccatesi dalla parete hanno schiacciato i suoi sogni. L’impatto è stato terribile. L’operaio è deceduto sul colpo e a nulla è servito il tentativo di rianimarlo da parte dei medici del 118 che sono accorsi immediatamente, dal pronto soccorso dell’ospedale. Bisogna ora capire che cosa sia successo: le indagini sono in corso e la Procura di Cremona aprirà un fascicolo nelle prossime ore.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia