La moviola di Fiorentina-Atalanta

Paletta non era da espellere Le immagini inchiodano Gomez

Paletta non era da espellere Le immagini inchiodano Gomez
06 Ottobre 2015 ore 09:28

Succede tutto in pochi minuti e, purtroppo per l’Atalanta, non c’è nulla da recriminare. L’episodio decisivo di Fiorentina-Atalanta arriva al 5’, l’arbitro Massa assegna il rigore e rifila il rosso diretto a Paletta, e l’unico errore che commette è nella scelta dell’uomo da mandare anzitempo sotto la doccia. La moviola di Bergamo Post ripercorre tutto quello che è successo al Franchi, dall’errore di Maxi al bellissimo gol del 3-0 viola, passando per un altro calcio di rigore non assegnato ai padroni di casa. Evidenziando che forse il direttore di gara non doveva cacciare proprio Paletta.

 

1 – 5’ minuto, intervento di Gomez su Blaszczykowski:
Massa fischia il rigore ed espelle Paletta

Eccolo subito l’episodio più importante di tutta la gara. Siamo al 5’ minuto, dopo un passaggio al centro sbagliato da Gomez, Borja Valero riparte in velocità e serve Bernardeschi. Il giovane talento della Fiorentina segue il taglio di Blaszczykowski  in area e lo serve con un tocco sotto. Gomez è in ritardo, Paletta tenta la chiusura disperata ma a pochi metri da Sportiello è il numero 10 argentino a stendere l’avversario con il difensore che arriva un attimo dopo e travolge tutti. Massa non ci pensa nemmeno un attimo, calcio di rigore ed espulsione immediata. A termini di regolamento, la decisione è ineccepibile perché il giocatore della Fiorentina è stato atterrato mentre era protagonista di una chiara occasione da rete. Semmai, l’errore di Massa è nella scelta dell’uomo da espellere: le immagini sono chiarificatrici, il fallo decisivo è di Gomez ed era dunque lui che andava mandato sotto la doccia.

 

2 – 11’ minuto, Fiorentina all’attacco e Borja Valero si ferma sul palo

Al termine di una veloce ripartenza, il terzino della Fiorentina Marcos Alonso appoggia per Borja Valero. Lo spagnolo, libero da marcatura, lascia partire un destro velenoso da fuori area che pare destinato all’angolino basso. Sportiello è bravo a scegliere il tempo, si allunga verso destra e con la punta delle mani devia sul palo la conclusione del talento di Paulo Sousa. Doppio gesto tecnico da applausi.

 

3 – 25’ minuto, Maxi Moralez si divora il gol del pareggio
solo davanti a Tatarusanu

Dopo la prima fase di palese difficoltà, sotto di un uomo e di un gol i nerazzurri cercano e trovano una clamorosa palla per pareggiare i conti. Grassi ruba palla a Borja Valero, nei pressi c’è Denis che controlla e alza la testa: il movimento a tagliare verso il centro di Maxi Moralez è perfetto, il controllo del numero 11 argentino non mostra sbavatura, ma al momento della stoccata decisiva arriva il pesante errore. Tatarusanu, portiere della Fiorentina, esce a valanga e con il corpo intercetta il destro in spaccata del nerazzurro, la palla sfila sul fondo e la sensazione della grande occasione gettata alle ortiche è comune a tutti i tifosi della Dea.

 

4 – 30’ minuto: Graziato Maxi, fallo di mano volontario su palleggio di Gonzalo

Attorno alla mezz’ora, la Fiorentina è in fase di controllo della palla vicino alla linea di metà campo. Su un palleggio di Gonzalo Rodriguez, Moralez allunga la mano e intercetta la sfera proprio davanti al direttore di gara. Massa decide di non intervenire e all’Atalanta va di lusso: poteva starci il giallo.

 

5 – 34’ minuto: gol di Borja Valero. Raddoppia la Fiorentina

Ancora una penetrazione centrale, ancora una grande occasione per i viola che questa volta raddoppiano. Il leader del centrocampo fiorentino Borja Valero duetta ai 22 metri con Bernardeschi, si infila centralmente e dopo aver raccolto l’assist del compagno fulmina Sportiello all’angolino. Gol davvero molto bello, ma difesa nerazzurra un po’ statica nella zona centrale.

 

6 – 44’ minuto: fallo di Toloi su Kalinic, manca un rigore alla Fiorentina

Poco prima del riposo, con la gara quasi chiusa sul 2-0 per i padroni di casa, Toloi interviene su Kalinic che controlla spalle alla porta. Le immagini mostrano come la gamba del brasiliano passi al centro di quelle dell’avversario, ma c’è un dettaglio importante che sfugge a Massa: il tocco del piede del numero 3 della Dea sulla caviglia dell’avversario è netto. Il calcio di rigore poteva tranquillamente essere fischiato.

 

7 – 90’ minuto: terzo, splendido, gol della Fiorentina
con la combinazione Kalinic-Verdù

Allo scadere, la Fiorentina trova il terzo gol con una combinazione di prima tra Kalinic e Verdù. Il tocco d’esterno del numero nove per il centrocampista appena entrato è perfetto, lo spagnolo si coordina in un attimo e al volo di destro batte Sportiello sul palo più lontano. Combinazione e gol meritano di essere rivisti.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia