Cronaca
Nuovi distributori ad Alzano

Le palette per i bisogni del cane? Alzano prenda esempio da Bergamo

Cronaca 02 Settembre 2016 ore 10:30

Partiamo da una semplice premessa: in generale, meglio un servizio in più che uno in meno. Però, a volte, certi servizi vanno commisurati alla reale utilità che portano con sé. Ad Alzano Lombardo, per esempio, sono stati posati in questi giorni i nuovi distributori di palette, a pagamento, per la raccolta di deiezioni animali. «Per ora ne abbiamo messi tre – spiega il sindaco Camillo Bertocchi a Bergamonews -. Uno a Nese, uno ad Alzano centro e uno ad Alzano Sopra. I distributori sono a moneta al fine di garantire un utilizzo appropriato e soprattutto dare un valore anche minimo al servizio. Quello delle deiezioni canine su suolo pubblico è un problema diffuso e contiamo di contrastarlo con la sensibilizzazione i servizi e se servirà la repressione. Presto, infatti, sul territorio di Alzano, saranno realizzate anche due aree per sgambamento cani».

 

bergamo1

[Distributore di sacchetti per cani a Bergamo]

 

Il padrone preferisce il sacchetto. La paletta, a dir la verità, è giudicata dalla maggior parte dei padroni di cane – basta fare un giro nelle aree di sgambamento per rendersene conto - un sistema scomodo e poco efficace per svolgere l'azione cui è dedicata: ingombra, impaccia, non funziona su superfici non lisce e non è adatta a raccogliere materiale semisolido e appiccicoso. Talvolta, nelle “pubblicità progresso” di sensibilizzazione, viene mostrato addirittura uno scopino. Fantascienza. I sacchetti bastano, ma i distributori devono essere tanti, ben dislocati, ricaricati frequentemente. Bergamo, grazie ad A2A, fornisce un servizio ampiamente soddisfacente. Alzano, a quanto ci risulta, meno. Si infila la mano nel sacchetto e si raccoglie (bene, e sicuramente meglio che con improbabili palette) la produzione, quindi si rivolta il sacchetto su sé stesso e si chiude annodandolo, per poi gettarlo nel primo cestino. Semplice, pulito, efficace, economico, pratico.

Il caso del Parco Montecchio. Non è che manchino le aree verdi, ad Alzano, quindi di luoghi per portare a passeggio i cani ce ne sono in abbondanza. C’è anche la bella area recintata vicina all’uscita della superstrada, da sempre punto di riferimento anche extracomunale per i cinofili. Però nella vicina Bergamo si può entrare in tutti i parchi con il proprio cane. Invece ad Alzano il grande – e bellissimo – Parco Montecchio non accetta gli amici a quattro zampe. Neanche al guinzaglio. Per chi vuole farsi quattro passi con il proprio cane verso Nese – e magari sta spingendo anche un passeggino – niente accesso al parco: bisogna girarci attorno. Ci saranno state delle lamentele, probabilmente. Peccato.

C’è chi la prende sul ridere. Bergamo, dicevamo, è estremamente efficiente nella distribuzione gratuita di sacchetti per la raccolta di deiezioni canine. Neri, professionali (a modo loro), con disegno stilizzato. Altrove c’è anche chi c’ha fatto dell’umorismo, sui sacchetti gratuiti. I migliori sono probabilmente a Praga: sono di carta spessa (e questo, per la comodità, è più una nota dolente), però riportano il disegno di un adorabile cagnolino, seduto comodamente sul wc, intento nella lettura di un giornale aperto tra le zampe. Ci sono altri loghi simpatici, in giro per l’Italia: si va da “Luisito, il bracco pulito” a “Dogtoilet”. Negli Stati Uniti c’è anche l’immagine del cane che butta direttamente il suo sacchetto nel wc. Ma loro, si sa, sono sempre avanti.

Seguici sui nostri canali