Il rigore su Pinilla c'era

Papu: gioiello o colpo di fortuna? Il replay non cancella i dubbi

Papu: gioiello o colpo di fortuna? Il replay non cancella i dubbi
20 Ottobre 2015 ore 09:37

Atalanta-Carpi è stata una gara relativamente tranquilla. Il direttore di gara Pasqua di Tivoli non ha dovuto prendere decisioni particolari e dunque la Moviola di Bergamo Post si concentra sulle cose belle che si sono viste nel 3-0 del Comunale. La migliore? Sicuramente il gol di Gomez dalla bandierina. Una perla balistica di rara bellezza che lascia un grande dubbio: gol da cineteca o colpo fortunoso?

 

1 – 7’ minuto, Pinilla sblocca il risultato con un bel colpo di testa

Dopo nemmeno 7 minuti la Dea è già in vantaggio. Lancio perfetto di Toloi lungo 40 metri, Moralez fugge sulla destra e anticipa la giocata su Letizia che non riesce a contrastarlo: la palla arriva sul secondo palo, Belec e Bubnjic ci capiscono poco e il cileno Pinilla salta indisturbato, segnando il suo terzo gol in campionato, quarto stagionale compresa la Coppa Italia.

 

2 – 17’ minuto, Fedele (Carpi) scalcia alle spalle Pinilla: manca un giallo

Poco dopo il quarto d’ora, Pinilla difende palla ai 40 metri dalla porta del Carpi, e Fedele lo aggredisce alle spalle. L’intervento del difensore emiliano è rude, l’arbitro Pasqua decide di punirlo solo con un calcio di punizione ma l’ammonizione sarebbe stata sacrosanta e, nel corso della gara, molto importante.

 

3 – 28’ minuto, destro a giro di Maxi e parata plastica di Belec

Sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra, la palla arriva al numero 11 Maxi Moralez che dopo essere penetrato in area dalla sinistra lascia partire un destro a giro verso il palo più lontano: l’estremo difensore del Carpi Belec vola a dire di no in bello stile, parata plastica che tiene in gara la squadra di Sannino.

 

4 – 36’ minuto, ammonizione a Fedele

Il difensore del Carpi Fedele perde palla in zona difensiva, Gomez riparte veloce e quando è in vista dell’area l’avversario lo tocca alle spalle e lo stende. Il cartellino giallo è giusto ma, se il direttore di gara avesse deciso bene in occasione del primo fallo dello stesso Fedele a danni di Pinilla, l’Atalanta avrebbe giocato in superiorità numerica.

 

5 – 43’ minuto, gol di Papu Gomez direttamente da calcio d’angolo

Poco prima del riposo, l’Atalanta chiude i conti con una magia di Papu Gomez. Il numero 10 argentino pennella dalla bandierina una parabola perfetta, a centro area Bubnjic si lamenta per uno spintone di Stendardo ma non c’è nessun fallo e resta la perla di Gomez direttamente da corner. Fortuna o colpo da campione?

 

6 – 57’ minuto, fischiato a Maxi un fuorigioco inesistente

La partita è sul 2-0, i nerazzurri spingono alla ricerca del 3-0 e Moralez si infila come da sua abitudine tra le maglie della difesa del Carpi. L’assistente del direttore di gara Guida ferma il gioco, Moralez calcia lo stesso verso la porta e prende la traversa: le immagini confermano che la linea a 4 del Carpi non era ben posizionata, la giocata del numero 11 argentino era regolare.

 

7 – 62’ minuto: Bubnjic stende Pinilla, rigore per l’Atalanta

Dopo un’ora abbondante di gioco, ecco l’episodio che chiude i conti. Moralez pesca in verticale Pinilla, l’attaccante cileno penetra in area ma poco prima che riesca a coordinarsi per il tiro, Bubnjic (giornata da incubo per lui) lo stende senza troppe pretese. Calcio di rigore, ammonizione per il giocatore del Carpi e destro violento di Cigarini che gonfia la rete.

 

8 – 70’ minuto, prima parata di Sportiello su Borriello: intervento da applausi

Ultimo episodio della partita, prima vera parata di Marco Sportiello. Palla vagante al limite, il flipper favorisce Borriello che calcia verso la porta difesa da Sportiello: nonostante una deviazione di Toloi, l’estremo nerazzurro alza in angolo con facilità e si guadagna l’applauso del pubblico.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia