Dopo Atalanta-Lazio 3-3

«Con Papu, Ilicic e Petagna subiamo ma vederli giocare è divertente»

«Con Papu, Ilicic e Petagna subiamo ma vederli giocare è divertente»
18 Dicembre 2017 ore 08:30

Il pareggio per 3-3 contro la Lazio mostra un Gian Piero Gasperini sorridente, anche se il bicchiere non è mezzo pieno: «Per come è andata la partita sono due punti persi – esordisce il tecnico di Grugliasco -, ma guadagniamo un sacco di autostima. Peccato per non aver sfruttato le occasioni che ci avrebbero consegnato i tre punti. L’Atalanta ha fatto una mezz’ora straordinaria, loro hanno riaperto la sfida con quel gol e hanno preso fiducia in quel nostro momento di difficoltà. Abbiamo concesso molto poco, abbiamo avuto episodi per chiudere la partita ma l’abbiamo lasciata aperta. Aver creato e tenuto così a lungo un pressing alto è un segnale di cui essere orgogliosi».

L’elogio arriva per tutti i nerazzurri: «Sono stati bravi tutti, abbiamo perso alcune palle ma può capitare di sbagliare il controllo, il passaggio o una ripartenza. In mezzo a mille cose buone possono capitare anche queste incertezze. Abbiamo qualche difetto o qualche limite, ma abbiamo disputato forse la miglior gara. Siamo dispiaciuti per non aver vinto». L’analisi si sposta sul campo, che ha visto l’Atalanta padrona del match per lunghi tratti: «La Lazio è una di quelle squadre di grande valore che rischiava di essere ben più in alto con qualche episodio favorevole nelle precedenti partite – analizza il Gasp -. Io esco gratificato da questa gara, anche se ho visto qualche ragazzo deluso. Ma lo ripeto, siamo stati in partita fino alla fine: avanti 2-0 ci hanno ripreso, ma siamo andati avanti a giocare, siamo ritornati in vantaggio; la Lazio ha fatto il 3-3, ma ci abbiamo provato fino alla fine».

Chi non è sembrato in grande spolvero è stato Berisha: «Berisha è stato determinante in tante partite – lo difende Gasperini -. Oggi il primo gol è venuto in seguito a due rinvii sbagliati che hanno messo Milinkovic in condizione di realizzare. Ma dobbiamo accettare queste situazioni e andare oltre i singoli episodi. Luis Alberto è un giocatore di grande livello, ma Ilicic, Papu e Petagna non sono stati da meno. Poi chiaro che se in determinate situazioni commetti meno errori, vinci la partita. Stiamo giocando un campionato con Milan, Fiorentina e altre. È una stagione dura per tutti e probabilmente con le squadre dietro che vanno forte si alzerà anche la media salvezza. Papu e Petagna? Con Ilicic sono stati bravi tutti e tre. Hanno alzato il pressing con grande mentalità, hanno mantenuto un certo equilibrio ed è un reparto che scambia, si esalta ed è pericoloso. Chiaro che con tre atleti così offensivi puoi concedere qualcosa, ma per diverso tempo abbiamo tenuto in scacco la Lazio. E veder giocare questi tre è divertente».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia