Le interviste post-partita

«Questo pareggio sa di vittoria» Parole e sorrisi di Gasp e Papu

«Questo pareggio sa di vittoria» Parole e sorrisi di Gasp e Papu
Cronaca 29 Settembre 2017 ore 08:40

Il pareggio conquistato al Groupama Stadium di Lione ha permesso a Gian Piero Gasperini e alla sua Atalanta di mantenere la leadership del Girone E di Europa League, dopo che l’Apollon Limassol ha fermato in casa l’Everton di Rooney. «Per noi questo è un grandissimo punto - commenta entusiasta il tecnico dei nerazzurri -. È stata una partita durissima contro una squadra con dei valori molto importanti. Nell’arco della gara siamo riusciti a riproporci e questi novanta minuti devono essere di insegnamento anche per i prossimi match».

L'Atalanta ha sofferto molto, ma ha avuto una grande occasione anche nel primo tempo con Hateboer che ha incredibilmente sprecato. La squadra è stata capace di reagire trovando nella ripresa la rete del pareggio: «Gomez è stato straordinario anche questa volta e sono molto contento per lui e per la squadra. In queste prime due apparizioni abbiamo collezionato quattro punti, che sono tanti. Abbiamo incontrato le due formazioni favorite del nostro raggruppamento e abbiamo ottenuto risultati importanti. Però devo sottolineare come anche l’Apollon Limassol stia facendo bene essendo riuscito a fermare sia Everton che Lione, pertanto ritengo che il nostro sia un girone equilibrato e tale sarà fino alla fine. Il prossimo match? Sarà in casa contro la squadra cipriota - conclude Gasperini ai microfoni Sky - e dovremo prepararci molto bene. Non sarà facile, ma un colpo da tre punti significherebbe un bel passo in avanti verso la qualificazione».

Ancora una volta, Papu Gomez ha messo il proprio nome nel tabellino: «Sicuramente era importante per me segnare un altro gol in questa manifestazione perché sono un giocatore che non ha avuto tante esperienze in Europa. Ci sta che qualcuno non mi conosca - sorride il numero dieci nerazzurro, scherzando in merito alle dichiarazioni della vigilia di Fekir -, oggi mi conoscerà qualche persona in più». Tornando al match, il Papu prosegue: «È un pareggio che sa di vittoria. Abbiamo sofferto tantissimo ma ci siamo difesi bene e abbiamo tenuto bene il campo. Il Lione è una formazione esperta e forte, ma noi siamo una squadra che vuole continuare a scrivere la storia. Noi vogliamo essere competitivi in ogni stadio e vogliamo qualificarci al turno successivo. Ora mancano ancora quattro partite – conclude il fantasista argentino, intervenuto ai microfoni Sky al termine del match –, ma con questi quattro punti ottenuti nelle prime due gare posso affermare che siamo messi bene».