Menu
Cerca
Per la promozione e per la salvezza

Parte forte l’Olimpia nei playoff Lotta ma perde invece Cisano

Parte forte l’Olimpia nei playoff Lotta ma perde invece Cisano
Cronaca 08 Aprile 2019 ore 11:01

Domenica con il sorriso per l’Olimpia Bergamo, che supera la Conad Reggio Emilia e si aggiudica gara-1 dei quarti di finale dei play-off promozione. Sconfitta invece, sebbene con onore, la Tipiesse Cisano, che cade al tie-break in casa di Lagonegro in gara-1 del playoff salvezza.

 

 

L’Olimpia non sbaglia. Nel primo atto del quarti di finale dei play-off promozione, l’Olimpia Bergamo non fallisce e conquista il primo successo di una serie che mette in palio la qualificazione alla semifinale al meglio delle tre gare. La formazione allenata da Alessandro Spanakis ci mette poco più di un’ora e mezza per sbrigare la pratica Conad Reggio Emilia, con gli emiliani in grado di rendersi estremamente pericolosi solamente nel terzo set. I bergamaschi si presentano in campo con la miglior formazione a disposizione – Garnica in palleggio, Romanò opposto, Erati e Cargioli al centro, Tiozzo e Shavrak in posto quattro e Innocenti libero – e approcciano come meglio non potrebbero il match, andando a trovare quella lucidità e quella forza che si erano un po’ smarrite nelle ultime apparizioni. Il 73% in attacco della prima frazione di gioco conferma l’ottimo stato di forma dei bergamaschi, che volano sul 21-12 e chiudono senza intoppi sul 25-18. La percentuale offensiva cala leggermente, ma si attesta comunque su buoni standard (oltre il 50%) grazie soprattutto a Romanò (67% e 18 punti) e Cargioli (86%), che mostrano di attraversare un buon momento. Parallelamente cresce anche la Conad, che tiene testa ai bergamaschi salvo crollare nel finale passando dal 21-20 al 25-21. Nel terzo set sono invece gli emiliani a condurre le operazioni (2-6), con l’Olimpia abile a rientrare sul 15-15 (muro di Garnica) prima di chiudere ai vantaggi con un ace di Gargioli e un errore avversario. Mercoledì a Reggio Emilia andrà in scena il secondo atto: un altro successo eviterebbe la bella e spedirebbe l’Olimpia in semifinale.

 

 

Cisano lotta, ma non basta. Per qualche momento, la Tipiesse Cisano accarezza il sogno vittoria ma poi deve arrendersi al cospetto della Geosat Geovertical Lagonegro. Il cuore non basta ai ragazzi di Cristian Zanchi per strappare il clamoroso successo in trasferta: i bergamaschi lottano, portano l’incontro al tie-break, ma alla fine è Lagonegro ad esultare. La Tipiesse scende in campo con la consueta formazione – Sbrolla in cabina di regia, Baldazzi opposto, Piccinini e Milesi al centro, Djukic e Costa in banda e Brunetti libero – e approccia come meglio non potrebbe il match in casa della quinta forza del Girone Bianco. Sotto la spinta di un devastante Baldazzi, Cisano conquista il primo set (19-25) e conduce le operazioni anche nel secondo fino al 15-17, quando, incredibilmente, si spegne la luce e Lagonegro ringrazia firmando un 10-1 che equivale al punto della parità (25-18). I lucani riprendono a macinare e in casa Cisano piove sul bagnato quando un fastidio alla coscia costringe Sbrolla all’uscita dal campo (rientrerà successivamente solo per brevi periodi) lasciando spazio a Lozzi. Perso anche il terzo 25-18, la Tipiesse si riorganizza e fa la voce grossa nel quarto periodo, condotto dall’inizio sino al 20-25 finale. Il tie-break si rivela però amaro per i bergamaschi, che vanno sotto 13-8, rosicchiano fino al 13-11, ma devono cedere 15-11. Mercoledì a Cisano (20.30), la Tipiesse proverà a strappare il successo che varrebbe la “bella”.

 

 

Olimpia Bergamo-Conad Reggio Emilia 3-0
(25-18, 25-21, 27-25)

Olimpia Bergamo: Erati 4, Innocenti (L), Cargioli 8, Tiozzo 8, Garnica 3, Gritti, Shavrak 11, Sette 2, Romanò 18. Non entrati: Cioffi, Franzoni, Cogliati e Cristofaletti. Allenatore: Spanakis.

Conad Reggio Emilia: Fabroni 3, G. Bellei 16, Sesto 5, Torchia (L), Amorico, Bellini 8, Benaglia 5, Silva 2, Ippolito 8, Morgese (L), Quarta 1. Non entrato: Chadtchyn e A. Bellei. Allenatore: Mastrangelo.

Arbitri: Giardini di Verona e Caretti di Roma.

Durata set: 26’, 32’, 33’. Totale 91’.

Note: spettatori 1.400 circa. Muri 6-5, aces 2-3, errori in battuta 8-15.

 

Geosat Geovertical Lagonegro-Tipiesse Cisano 3-2
(19-25, 25-18, 25-18, 20-25, 15-11)

Geosat Geovertical Lagonegro: Marra 8, Kadankov 27, Galabinov 9, Pedron 5, Barreto 20, Calonico 6, Fortunato (L), Del Vecchio. Non entrati: Sardanelli (L), Turano, Ribezzo, Maccabruni. Allenatore: Falabella.

Tipiesse Cisano: Djukic 8, Piccinini 8, Baldazzi 28, Costa 15, Milesi 10, Sbrolla, Brunetti (L), Lozzi. Non entrati: Burbello, Genovese, Pozzi, Gaggini, Ruggeri. Allenatore: Zanchi.

Arbitri: Zingaro di Lucera e Colucci di Matera.

Durata set: 25’, 25’, 25’, 24’, 17’. Totale 116’.

Note: muri 6-5, aces 9-2, errori in battuta 12-16.