Cronaca
Denunciato

Passeggiava per il Parco del Serio con un coltellaccio e un'accetta: «Vado a far legna»

il 23enne di Mozzanica è stato accusato di porto ingiustificato di armi bianche. Era in possesso anche di un pugnale e un taglierino

Passeggiava per il Parco del Serio con un coltellaccio e un'accetta: «Vado a far legna»
Cronaca 18 Gennaio 2022 ore 15:32

Quando è stato fermato, si è giustificato dicendo: «Vado a far legna». Una scusa che, però, ovviamente non gli ha evitato la denuncia. Come riporta PrimaTreviglio, un 23enne di Mozzanica è accusato di porto abusivo di armi da taglio dopo essere stato fermato mentre girava per il Parco del Serio con un coltellaccio, un'accetta, un grosso pugnale e un taglierino.

I fatti risalgono a ieri, lunedì 17 gennaio. Gli agenti erano impegnati in un controllo del territorio finalizzato alla repressione dello spaccio di droga, un fenomeno piuttosto diffuso nella vasta area protetta regionale, quando hanno incrociato il 23enne e si sono subito accorti che aveva un atteggiamento piuttosto sospetto, che cercava di non farsi notare. È quindi scattata la perquisizione.

Ci avevano visto giusto: il giovane aveva addosso diverse armi da taglio, con le quali ha spiegato che avrebbe voluto fare un po' di legna. Pratica peraltro vietata all'interno dei boschi di pianura del parco regionale. Aveva con sé un seghetto con lama lunga venti centimetri, un coltellaccio da quindici e un taglierino da dieci, oltre a una grossa e pesante accetta. È stato dunque denunciato a piede libero per il porto ingiustificato di armi bianche.

Seguici sui nostri canali