Come invecchiano i geni

Per vivere cent’anni e più pasta al pomodoro ad libitum

Per vivere cent’anni e più pasta al pomodoro ad libitum
05 Dicembre 2014 ore 11:10

Per vivere cent’anni o più, mangiamo mediterraneo! Non è una battuta, perché, secondo uno studio pubblicato sulla rivista British Medical Journal, la dieta italiana gioverebbe all’età. In che senso?

Come invecchiano i geni. È questione di lunghezze. Non si deve pensare ai passi o alle metrature, bensì ai telomeri, ossia alla parte terminale dei cromosomi che protegge i geni dall’usura; per questo la scienza li ha sempre indicati come spia dell’invecchiamento. Ora la novità sta nel fatto che questo processo di allungamento e accorciamento è stato per la prima volta associato alla dieta. Succede cioè che con il tempo, nelle persone sane, queste strutture si accorcino progressivamente nell’arco della vita: si dimezzano dall’infanzia all’età adulta e si dimezzano nuovamente nelle persone molto anziane. Telomeri più corti sono quindi associati a un’aspettativa di vita inferiore e al maggiore rischio di malattie legate all’età, in particolare a quelle croniche, cardiovascolari o ai tumori.

Sembrerebbe però che su questo processo possa influire l’alimentazione, quella mediterranea in particolare (e qui si capirebbe una volta di più perché l’Unesco la abbia qualificata come patrimonio immateriale dell’umanità), capace di rallentarne l’invecchiamento. A provare scientificamente il fatto sono stati alcuni ricercatori dell’ospedale Brigham and Women di Boston, negli USA, che hanno condotto una ricerca su quasi 5 mila donne.

 

Alimenti-bruciagrassi-e-rimedi-fitoterapici-un-aiuto-per-dimagrire

 

Lo studio. Uniche credenziali essere sane, di mezza età e rispondere a un questionario sul proprio regime nutrizionale e alcuni aspetti correlati allo stile di vita. Da queste informazioni è partita la ricerca, condotta presso l’ospedale Brigham and Women a Boston su donne.

La conclusione: coloro che mangiavano all’italiana avevano telomeri più lunghi e quindi una aspettativa di vita maggiore e un rischio minore di sviluppare patologie degli anni d’argento. E probabilmente dovevano essere anche in buona forma fisica, ovvero non obese, non fumare e consumare poche bevande zuccherate: fattori che sono stati tutti correlati invece a telomeri più corti.

Che cos’è la dieta mediterranea. Pane, pasta, molte verdure, legumi, tanta frutta fresca, frutta secca, pesce e carne bianca, in misura più moderata, latticini e uova. Ecco gli alimenti principali dell’elisir di lunga vita, conditi laddove necessario con olio extravergine di oliva (che contiene grassi di qualità superiore, meno nocivi di quelli animali, e anzi salutari per l’organismo).

Ma perché rallenta l’invecchiamento? Questa proprietà sarebbe dovuta alla naturale azione antiossidante e antinfiammatoria sull’organismo degli alimenti appena citati.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia