Nell’hinterland

Picchia per 20 anni la moglie, che è preside di una scuola privata: condannato

Assolto da un’accusa pesante: quella di violenza sessuale

Picchia per 20 anni la moglie, che è preside di una scuola privata: condannato
29 Gennaio 2020 ore 15:03

Tra i capi d’accusa – 6 gli anni richiesti per i reati contestati – ce n’era anche uno più pesante degli altri: quello di violenza sessuale. Ma per le botte date per 20 anni all’allora moglie s’è preso una condanna a 1 anno e 10 mesi di reclusione (con i benefici della sospensione condizionale della pena) “per maltrattamenti e lesioni”. Niente violenza, invece, perché per il collegio giudicante del tribunale presieduto dal giudice Giovanni Petillo “il fatto non sussiste”.

Preside di una scuola privata. L’imputato in questione è C.M., 45 anni, residente in un paese dell’hinterland di Bergamo. Ne parla Il Giorno. All’origine dei maltrattamenti ci sarebbe stata la gelosia dell’uomo nei confronti del successo sul lavoro dell’ex consorte, 42enne, preside di una scuola privata, a cui C.M. dovrà versare una provvisionale di 10mila euro. I difensori hanno annunciato che faranno appello contro la sentenza. Alla fine, nel 2015, la donna aveva lasciato il marito, portando con sé i figli minori.

 

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve