Cronaca
Se poi va comunque male, succede

Piccoli segnali che ti fanno capire che è proprio lui l'uomo giusto

Piccoli segnali che ti fanno capire che è proprio lui l'uomo giusto
Cronaca 11 Agosto 2015 ore 16:56

È una domanda che ogni donna (sì, decisamente più del sesso forte) si pone quando inizia a frequentare un uomo: è quello giusto? Non c’entra l’essere più o meno all’antica, ma è una questione culturale e genetica, come spiega un’antropologa e sociologa dell’Università di Bristol: mentre l’uomo tende a preoccuparsi solamente di riprodursi, la donna, accogliendo invece in sé la nuova vita, è naturalmente portata a scegliersi il soggetto con cui riprodursi, tende a preoccuparsi che sia la persona giusta per dare il miglior futuro possibile alla progenie. Quindi, care lettrici, se già dopo il primo appuntamento vi state chiedendo se lui sarà in grado di non lasciare i calzini sporchi in giro per casa o di cambiare alla perfezione il pannolino, tranquille, è normale (o quasi).

Domandare è lecito, rispondere cortesia, ma a quanto pare molte donne sono decisamente scortesi con loro stesse, visto che alla suddetta domanda quasi mai riescono a darsi una risposta. Del resto non è affatto un quesito facile, nessuno ha la sfera di cristallo per sapere come andranno veramente le cose, soprattutto in un campo minato com’è l’amore nella vita di ognuno di noi. Sono tanti gli psicologi e i sociologi che si sono dedicati all’argomento. Recentemente la scrittrice americana Susan Swimmer ha anche pubblicato un manuale dal titolo Is he the One? 101 questions that will lead you to the truth, whatever that is (È lui quello giusto? 101 domande che ti porteranno alla verità, qualunque essa sia). E proprio da queste analisi abbiamo estratto una piccola lista di segnali che possono far intuire a una donna se l’uomo con cui sta è quello giusto. Se poi però, nonostante i segnali ci siano tutti, le cose si riveleranno un po’ diverse, non prendetevela con noi. Semplicemente succede.

 

È un buon compagno di squadra

Per compagno di squadra non intendiamo che è forte nello sport, ma che fare un’attività con lui, di qualsiasi tipo, è fonte di motivazione e ispirazione. Vi completate a vicenda, sai per certo che lui è lì quando hai bisogno. Condividete molti valori e anche su quelli dove non siete proprio d’accordo riuscite a trovare un compromesso. Lo stesso vale per le amicizie: non si trova in imbarazzo con te e i tuoi amici e, anzi, ama condividere il suo tempo con te e con loro. Insomma, sa cosa significa stare insieme a qualcuno e quel qualcuno sei tu.

 

Non cerca di cambiarti

Quando ci si mette con qualcuno, si prende il pacchetto completo. Nessuno è perfetto, chiaro, e ci saranno sempre dei lati del carattere del nostro compagno che amiamo e altri che facciamo fatica a sopportare. Lo stesso varrà per lui. La cosa importante, però, è non percepire mai che i nostri difetti siano un ostacolo alla continuazione della storia. Se ti ama, ti ama per quello che sei e non cercherà mai di cambiarti. Potrà darti dei consigli, essere sincero nelle cose che non gli piacciono, ma non per questo tenterà di cambiarti. "Quello giusto" difficilmente giudica, al massimo valuta. Forse se ne è semplicemente fatto una ragione dei tuoi difetti, ma li accetta ed è questo ciò che conta.

 

Si preoccupa per la tua famiglia

Quando si decide di fare il grande passo, bisogna essere consci che non si sposa solo l’altra persona, ma anche tutta la sua famiglia. Se lui dimostra quindi di avere un buon rapporto con (quasi) tutti loro, se diventa amico di tuo fratello e se accetta e comprende anche lo zio un po’ matto, statene pure certe: è quello giusto. O almeno lo sarà di certo per vostra madre.

 

Siete sopravvissuti a una relazione a distanza

Non stiamo dicendo che, anche quando non ce n’è necessità, dobbiate per forza sottoporvi a questa prova. Stiamo dicendo che se la vita ha deciso di mettervi alla prova con un Erasmus, un incarico dall’altra parte del mondo o due vite in città diverse dopo aver passato un’estate insieme, e tutto questo è stato brillantemente superato, allora avete buone probabilità che la vostra relazione duri a lungo. Perché la distanza è una sfida che va affrontata con coraggio, impegno e motivazione, anche in amore. E soprattutto serve fiducia, sia da parte sua che da parte vostra. Se lui vi dimostra che è pronto a fare dei sacrifici purché la vostra storia duri anche se ostacolata da chilometri e chilometri di distanza, allora quando vi ritroverete una al fianco dell’altro potrete essere certe che tutto andrà bene.

 

Pianificate insieme il futuro

Quando si sente questa frase il primo pensiero va subito al matrimonio e ai figli. Pianificare insieme il futuro, per molte coppie, significa immaginare la vita insieme da qui ai prossimi 10 anni. E in parte è così, ma non solo. Pianificare il futuro insieme significa anche non aver paura di prenotare le vacanze 6 mesi prima, non farvi nemmeno sfiorare dall’idea che, magari, allora non sarete più una coppia. Le grandi cose si nascondono spesso nelle piccole. Se avete dei dubbi su di lui, mettetelo alla prova proponendogli la prenotazione di un mirabolante viaggio da fare insieme l’anno prossimo: dalla sua reazione potrete capire molte cose. Per quanto riguarda matrimonio e figli, invece, c’è tempo, soprattutto se siete ancora giovani. Non pensare a questo tipo di cose quando si hanno 20, 22 anni è normale, non sintomatico di poco amore.

 

Vi fidate e non avete segreti

Alcuni dicono che il vostro compagno dev’essere anche il vostro miglior amico, ma non per forza è così. Non a caso l’amico e il fidanzato/marito sono due figure sociali diverse. La cosa veramente importante è che tra te e lui non esistano barriere di menzogne. Non serve che gli diciate proprio tutto (ma sappiate che neppure lui lo farà), basta che condividiate con lui le cose che ritenete più importanti. Solo così lui potrà fidarsi di voi e viceversa. Se iniziate a mentirvi, invece, tutto crollerà come un castello di carte al primo soffio di vento.

 

Ama passare il tempo con te

A chi non piace uscire con gli amici? Decisamente più difficile è stare bene quando si è solo in due, te e lui, faccia a faccia e cuore a cuore. Ogni coppia, infatti, ha bisogno di passare del tempo da sola, di trovare uno spazio di intimità tutto suo. È in questi momenti che potete capire se siete fatti l’uomo per l’altra. E se lui, invece che sbuffare davanti alla proposta di un weekend insieme in Liguria, sorride contento e, anzi, è già pronto a fare le valigie, significa che proprio che stare insieme a te lo soddisfa e lo riempie di gioia. Non una cosa brutta per l’uomo che potrebbe passare il resto della sua vita con te. Lo stesso però deve valere anche quando gli proponete un pomeriggio all'Ikea, e qui le cose si fanno più complicate...

 

Ti soddisfa sessualmente

Banale forse, ma fondamentale, perché senza il sesso è difficile che una storia duri a lungo. Essere sessualmente a proprio agio con il proprio partner è una delle cose più importanti di una relazione, oltre che un chiaro segnale di affiatamento. Questo non significa avere una vita sessuale particolarmente attiva (ma se è così, meglio), ma piuttosto sentirsi amate e soddisfatte da lui nei momenti di maggior intimità, sentirsi sulle sue stesse frequenze passionali e sessuali. È un discorso che va ben oltre il numero di volte in cui lo fate. Qualità prima di tutto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter