Cronaca
Lo ammettiamo, siamo di parte. Però...

Non c'è Pinilla al Puskas Award I 4 gol in lista più brutti dei suoi

Non c'è Pinilla al Puskas Award I 4 gol in lista più brutti dei suoi
Cronaca 07 Novembre 2015 ore 10:25

E va bene, lo diciamo. Questo articolo è un po’ di parte. Però ora vi dobbiamo svelare qual era il nostro sogno: vedere Mauricio Pinilla tra i 10 selezionati per il Puskas Award. Ogni anno la Fifa mette assieme 10 reti realizzate nell’anno solare in conclusione, e apre un voto pubblico per premiare il più gol bello. Un anno fa, per intenderci, vinse il gran tiro dalla lunga distanza di James Rodriguez, che permise alla sua Colombia di battere l’Uruguay ai Mondiali brasiliani. Da atalantini, speravamo che l’arte circense di Pinilla avrebbe avuto il giusto premio con almeno una nomination. Tra le reti al Cagliari, Torino, Cesena e Sassuolo c’era l’imbarazzo della scelta e forse la Fifa si sarebbe potuta concederem se non altro per la frequenza con cui il folle numero 51 atalantino ci prova. Invece, tra i 10 selezionati per il premio 2015, il nome di Pinilla non c’è. Ci sono fuoriclasse come Tevez e Messi, gli “italiani” Florenzi e Mexes, talenti meno noti come l’inglese David Ball e il costaricano Esteban Ramirez, e poi l’omaggio al calcio femminile, quest’anno impersonificato da Carli Lloyd. E allora, diamo sfogo per un po' alla nostra vena polemica, scegliendo dalla lista quattro gol che, secondo noi, non sono belli quanto le rovesciate di Pinilla.

 

Marcel Ndjeng, Paderborn-Bolton

Il camerunense si inventa un sinistro al volo da 45 metri, pregevole. Ma in fondo è solo calcio estivo (è il 13 di luglio, sugli spalti non c’è nessuno), l’avversario, il Bolton, non è certo irresistibile e forse, come spesso capita coi tiri dalla distanza, qualche responsabilità il portiere avversario ce l’ha.

 

David Ball, Fleetwood Town-Preston North End

Vi starete chiedendo chi è il ragazzo in questione. Pure a noi è servita Wikipedia, anche se il fascino delle immagini (e del bellissimo gol) dimostra chiaramente che ci troviamo in uno stadio inglese: non è certo Wembley, ma l’atmosfera rimane da pelle d’oca. Così come la rete di questo 26enne, non un campione di grazia nel suo danzare tra difensori nerboruti britannici (ma forse sta proprio qui il bello di questo gran gol!). Siamo comunque in League One, che equivale alla nostra Serie C. Vuoi mettere con un gol segnato nelle sfide salvezza dell’Atalanta?

 

Carli Lloyd, Stati Uniti-Giappone

Eccolo il cameo al calcio femminile. Nell’anno dei Mondiali canadesi non poteva mancare (ma in realtà c'è ogni anno...), così come non poteva mancare un omaggio a Carli Lloyd, 33enne statunitense autrice di 3 gol nella pirotecnica finale. Questo è il gol del 4-0. Giudicate voi. Gran tiro eh, ma a noi pare che il portiere giapponese “svenga” un po’ troppo in fretta.

 

Carlos Tevez, Juve-Parma

Ok, vogliamo rischiare di passare per partigiani (ma ve l’abbiamo già detto che lo siamo…). Però anche il gol di Tevez contro il Parma ci pare un po’ fuori luogo. O meglio, non elegante quanto la rovesciata di Pinilla col Toro, né quanto quella segnata col Cesena (vi ricordate? Con Mauricio che in pratica si arrampica in area per agganciare una palla impossibile…). Qui Tevez affronta un Parma in pratica già retrocesso, sgomita un po’ e va via in velocità. Scatto stupendo, dribbling alla difesa (un po’ burrosa), tiro a fulminare un Mirante troppo immobile.

 

Se intanto volete rinfrescarvi la memoria, ecco le rovesciate di Pinilla. Qui quelle nella stagione passata, 2014-15.

Qui invece quella segnata contro il Sassuolo, lo scorso settembre.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter