Il tuttofare del Villaggio

Ponte San Pietro: droga, sporcizia e incivili, il custode Nello lascia il parco Montenero

Il 75enne è stanco di affrontare ragazzi senza rispetto: «C'è chi butta i rifiuti in giro, chi bestemmia, chi lascia siringhe, alcuni mi insultavano. Ho anche allertato più volte i carabinieri»

Ponte San Pietro: droga, sporcizia e incivili, il custode Nello lascia il parco Montenero
Ponte San Pietro e Isola, 28 Agosto 2020 ore 14:47

di Laura Ceresoli

Troppi maleducati, sporcizia e siringhe al parco Montenero di via Locatelli. Così il custode Nello ha deciso di riconsegnare agli uffici comunali le chiavi dei cancelli, dopo vari anni di onorato servizio. Instancabile volontario tuttofare nel quartiere del Villaggio Santa Maria e non solo, questo 75enne era ormai stanco di affrontare ragazzi vivaci che, incuranti delle regole della buona educazione, si rendono ogni giorno protagonisti di episodi di bullismo e mancanza di rispetto. E Nello, che pur essendo un signore sensibile e disponibile non le manda a dire, ha sempre risposto a tono a ogni azione di malcostume nel tentativo di ripristinare l’ordine nell’area verde. Ma negli ultimi tempi la stanchezza ha iniziato a farsi sentire.

«Purtroppo molti giovani di oggi non hanno rispetto e io non ce la facevo più a dover combattere ogni giorno contro i mulini a vento – racconta l’ex guardiano -. C’è chi rompe le reti giocando a calcio, chi butta i rifiuti in giro, chi bestemmia, chi lascia siringhe. Se notavo qualche gioco o attrezzatura fuori posto lo segnalavo agli uffici competenti. Ho anche allertato più volte i carabinieri e i vigili affinché aumentassero i controlli e le sanzioni ma non si è potuto fare molto anche perché si tratta di minorenni. Io ho fatto il possibile per cercare di redarguire i ragazzi  anche se non è mia competenza, ma purtroppo la situazione è diventata ingestibile. Alcuni addirittura mi insultavano. Senza parlare delle norme di distanziamento sociale: quasi impossibile farle rispettare. Allora un bel giorno ho preso le chiavi e le ho restituite al Comune. Non sono più disposto a sacrificare il mio tempo».

L’articolo completo e altre notizie su Ponte San Pietro alle pagine 36 e 37 del PrimaBergamo in edicola fino al 3 settembre, oppure sull’edizione digitale QUI.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia